La Juventus, libera da impegni sportivi perché ha conquistato l'ottavo scudetto consecutivo prima di Pasqua, quando era già stata eliminata dalla Champions League, dovrebbe programmare la stagione ventura, ma il tira e molla sulla permanenza o meno di Allegri sta bloccando le indiscrezioni sul mercato bianconero.

I candidati per il restyling in difesa

Il vicepresidente Pavel Nedved ha detto che sarà difficile migliorare la rosa attuale perché è già di livello internazionale.

Pubblicità
Pubblicità

Le parole del dirigente indicano che questa sessione dovrebbe essere all'insegna dell'austerity. Eppure dei ritocchi sono necessari, soprattutto in difesa perché dopo l'addio di Barzagli e Caceres, anche numericamente i conti non tornano. Naturalmente sarebbe auspicabile un centrale di livello pari a Chiellini, individuato da Paratici in Koulibaly. L'entourage del difensore, in forza al Napoli è a conoscenza dell'interesse nei confronti dell'assistito e per lui il Chief Football Officer sarebbe pronto a sacrificare uno tra Rugani e Dybala.

Pubblicità

Le alternative al senegalese sarebbero Romagnoli, vecchio pallino di Allegri, piuttosto che del ds e Manolas della Roma. Il sogno Matthijs de Ligt è evaporato in fretta per costi e per la volontà del diretto interessato, da tempo promesso sposo del Barcellona. Anche il centrocampo necessiterebbe di un ritocco e se rimanesse Allegri, ad esempio, Pjanic potrebbe partire perché lui vorrebbe un mediano di lotta e governo e in tal caso l'ideale sarebbe Paul Pogba.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Serie A

Il bosniaco insieme al francese, a dire il vero, potrebbero convivere, ma c'è da fare i conti con l'esiguo budget. Intanto la dirigenza della Continassa potrà contare su Ramsey centrocampista verticale, di gamba e inserimento.

La priorità di Paratici

Il reparto offensivo che a inizio annata sembrava al top, nel momento clou si è rivelato, eccezione fatta per Cristiano Ronaldo, poco performante ed allora nasce la necessità di valutare attentamente gli interpreti.

Mandzukic fresco di rinnovo, soprattutto nella seconda parte della stagione non è pervenuto e Dybala ha deluso ampiamente le aspettative non riuscendo a fare ciò che la Juve si aspettava da lui. In seno al reparto c’è anche da stabilire la posizione di Kean. Allora occorrerebbe capire se puntare su un centravanti puro come Icardi, da tempo nei radar bianconeri, o su un giocatore più funzionale a CR7.

Pubblicità

In attesa di sciogliere tutti questi interrogativi, Paratici sta seriamente lavorando per arrivare a Chiesa in forza alla Fiorentina. Il figlio d'arte è una punta esterna i cui punti di forza sono la risalita del campo e il tiro di prima intenzione. La dirigenza vorrebbe accaparrarselo, anche prima di vendere uno dei sudamericani (Douglas Costa, Dybala) protagonisti in negativo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto