La Juventus da qualche giorno è in Asia per la tournée estiva. I bianconeri di Maurizio Sarri stanno disputando importanti amichevoli. Tra i vari test, domani è in programma la sfida contro l'Inter a Nanchino. Uno dei titolari contro i nerazzurri dovrebbe essere Federico Bernardeschi. Il numero 33 juventino si è raccontato a 'La Gazzetta dello Sport' e ha trattato diversi argomenti. Bernardeschi ha parlato del suo ruolo, dei metodi di Sarri, degli obiettivi stagionali e di alcuni suoi compagni di squadra e di nazionale.

L'attaccante bianconero in particolare ha spiegato che questo può essere l'anno buono per la Juve di vincere la Champions: "In Champions ogni anno penso possa essere l'anno buono", ha detto il numero 33 juventino, il quale poi ha spiegato che è questione di sfumature, dettagli e un pizzico di fortuna che si deve costruire.

Bernardeschi parla di Sarri

Questa preparazione estiva per la Juventus è diversa rispetto alle altre stagioni.

Maurizio Sarri ha portato nuovi metodi di lavoro. Del nuovo tecnico e dei suoi allenamenti ne ha parlato anche Federico Bernardeschi: "Lavoriamo con la palla, tanta palla a ritmi altissimi", ha sottolineato l'attaccante juventino. Il giocatore di Carrara ha anche messo in evidenza che Sarri ha metodologie diverse rispetto a quelle di Allegri: "Devo dire che ci stiamo trovando bene". Bernardeschi ha parlato anche del ruolo in cui lo sta utilizzando il nuovo allenatore: "Sto provando da esterno destro e per ora gioco li", ha raccontato l'esterno juventino, che poi ha spiegato che stanno provando il 4-3-3, ma che lui si trova bene anche nell'altra posizione da trequartista in un 4-3-1-2.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Champions League

Quando è arrivato alla Juve Sarri aveva proprio spiegato che il numero 33 bianconero avrebbe dovuto specializzarsi in ruolo e Bernardeschi ha parlato di questa possibilità: "Ecco, specializzarmi può aiutarmi a trovare automatismi".

Il numero 33 juventino dice la sua su CR7, Higuain e Chiesa

Nella lunga intervista rilasciata a 'La Gazzetta dello Sport', Federico Bernardeschi ha parlato anche di alcuni suoi compagni di squadra.

Il numero 33 juventino ha sottolineato che con Sarri CR7 potrà essere ancora più decisivo: "Per segnare Ronaldo segna sempre", ha detto l'esterno. Bernardeschi poi ha parlato anche di Higuain: "È sempre lui: il Pipita un ragazzo molto bravo. È sereno". Infine, l'esterno della Juve si è soffermato sulle voci che vorrebbero Federico Chiesa come uno degli obiettivi di mercato dei bianconeri: "E' giusto che Federico decida da solo il suo percorso".

La situazione di Chiesa è spesso stata paragonata a quella di Bernardeschi, che due estati fa lasciò proprio Firenze per approdare a Torino: "Ho fatto le mie scelte da solo nella vita, a testa alta e guardando avanti".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto