Il Verona si affaccia da neopromossa al campionato di Serie A 2019/20. I gialloblù hanno scelto Juric come nuovo allenatore e proveranno a conquistare la salvezza in un campionato che si preannuncia lungo e complicato, vista anche la concorrenza che ci sarà per rimanere nella massima serie.

Il nuovo tecnico sembra intenzionato a schierare la sua squadra con il 3-4-2-1, un modulo che facilmente potrebbe trasformarsi però in un 3-4-3 molto più offensivo oppure anche in un 3-5-2 più difensivo.

Una squadra elastica e pronta anche ad adattarsi all'avversario. Tutto dipenderà anche dalle scelte di Calciomercato che verranno compiute in questo mese di agosto, con il Verona che indubbiamente dovrà fare qualcosa per rinforzare il suo organico, soprattutto in attacco. Ma come giocherebbe oggi il Verona? Facciamo il punto della situazione.

La probabile formazione gialloblù

Se Juric sceglierà di schierare la sua squadra con il 3-5-2 allora i giochi sembrano fatti.

In porta ci sarà la conferma di Silvestri, mentre la linea difensiva sarà del tutto nuova. I titolari dovrebbero essere Rrhamani (giocatore che è arrivato quest'estate dalla Dinamo Zagabria), Gunter (che invece il Verona ha prelevato dal Genoa) e Bocchetti, difensore italiano di grande esperienza che è tornato in patria dopo essersi svincolato dai russi dello Spartak Mosca. Toccherà probabilmente a lui guidare un reparto che magari avrà bisogno di un po' di tempo per trovare la giusta intesa.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie A Calciomercato

Per quanto riguarda il centrocampo a destra si prevede la conferma di Faraoni, un giocatore dotato di una buona esperienza che sa bene abbinare la fase difensiva con quella offensiva, mentre a sinistra gli scaligeri potranno contare su un altro giocatore arrivato a costo zero come Lazovic, ex Genoa, un elemento di quelli che può fare davvero la differenza con le sue giocate. Molto rinnovata anche la linea mediana, visto che in regia ci sarà l'esperto Veloso, pure lui arrivato dopo l'esperienza con il Genoa. Al suo fianco ci sarà Badu, ex Udinese che conosce molto bene la Serie A, e il giovane Zaccagni che potrebbe essere la rivelazione del torneo.

Le varianti per l'attacco

Continuando a ipotizzare la formazione tipo del Verona con il 3-5-2, in avanti l'accoppiata potrebbe essere quella formata da Lee e da Di Carmine, in attesa magari di qualche nome nuovo in arrivo dal calciomercato, con Pazzini come prima alternativa. Ma Juric potrebbe anche scegliere un modulo con una sola punta - in questo caso sarebbe Di Carmine - nel quale avanzerebbe Zaccagni e inserirebbe un trequartista puro come Bessa, capace di dare grande qualità nel reparto offensivo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto