Comunque vada, Antonio Conte può già entrare nella storia dell'Inter e l'occasione è di quelle assolutamente suggestive. Battendo la Sampdoria a Marassi, infatti, i nerazzurri hanno messo di fila la sesta vittoria iniziale consecutiva ed il record del club meneghino è di sette successi, realizzato nella stagione 1966/67 quando alla guida c'era ancora Helenio Herrera. Handanovic e compagni potranno eguagliare questo primato nella 'madre di tutte le partite', domenica 6 ottobre ospiteranno la Juventus ed ovviamente l'eventuale prolugamento del 'filotto' avrebbe un valore puramente statistico, perché in palio c'è qualcosa di molto più importante: battendo i campioni d'Italia, infatti, l'attuale capolista della Serie A metterebbe in atto la prima fuga della stagione portandosi a +4 sulla più immediata insegutrice.

Il record di Helenio Herrera

Nel 1966 l'Inter allenata da Helenio Herrera piazzò un filotto di sette successi consecutivi battendo nell'ordine Foggia (4-0), Vicenza (2-0), Atalanta (5-0), Spal (2-1), Lecco (2-0), Brescia (1-0) e Torino (2-0). La serie aurea si sarebbe interrotta all'ottava giornata con lo 0-0 imposto dalla Roma. Stiamo ovviamente parlando di vittorie iniziali, perché il record effettivo di successi consecutivi da parte dei nerazzurri è di 17 (record assoluto in Serie A), realizzato nella stagione 2006/2007 con Roberto Mancini in panchina.

A proposito del 'Mancio', Conte lo ha già superato per quanto riguarda i successi iniziali perché l'attuale Ct della nazionale si sarebbe fermato a 5 nella stagione 2015/2016. L'Inter partì fortissimo battendo Atalanta (1-0), Carpi (2-1), Milan (1-0), Chievo (1-0), Verona (1-0), prima di crollare alla sesta contro la Fiorentina (1-4). Una curiosità legata ai record di vittorie iniziali e qui ai tifosi più scaramantici tocca fare i dovuti scongiuri: nel caso di Mancini, infatti, la squadra non avrebbe vinto lo scudetto, ma avrebbe chiuso la stagione al quarto posto mentre il campionato citato all'inizio con HH al timone è quello della 'fatal Mantova', quando l'Inter perderà lo scudetto all'ultima giornata favorendo il sorpasso della Juventus.

Conte miglior debuttante

C'è da dire, però, che nessun allenatore nerazzurro aveva mai ottenuto una striscia iniziale tanto positiva alla sua prima esperienza alla guida delle Beneamata: Mancini era tornato a Milano dopo aver già allenato la squadra fino al 2008 (con tre scudetti vinti), mentre Herrera era alla sua settimana stagione sulla panchina interista. Dunque per Antonio Conte, accolto con 'moderato entusiasmo' da parte della tifoseria alla luce dei suoi trascorsi da giocatore ed allenatore della Juventus, c'è già la storia nerazzurra che lo aspetta dopo pochi mesi dall'avvio della sua gestione e se poi questa storia viene scritta battendo proprio i bianconeri...

non c'è davvero null'altro da aggiungere salvo riportare la squadra ai vertici del calcio italiano.

Segui la nostra pagina Facebook!