Sui campi di calcio Roberto Baggio ha deliziato tutti con le sue magie regalando emozioni forti. Difficile rimanere indifferenti al suo carisma e alla sua classe che ne hanno fatto un eroe, un'icona trasversale amata da tutti, al di là del tifo e degli schieramenti. E adesso la sua vita diventerà un film che, prendendo spunto dal suo soprannome più conosciuto, si intitolerà Divin Codino e uscirà nel 2020.

Mediaset e Netflix insieme per produrre 7 film tra cui Divin Codino, sulla vita di Roberto Baggio

L'importante sforzo produttivo sarà possibile grazie all'accordo appena siglato tra Mediaset e il gigante del web Netflix: "Noi siamo complementari" ha detto Reed Hastings, fondatore e CEO di Netflix, annunciando a Roma al fianco del direttore generale contenuti di R.T.I. Alessandro Salem, l'accordo con Mediaset per produrre 7 film, tra cui proprio quello sulla vita di Roberto Baggio.

Pellicole che prima andranno in onda su Netflix e poi, dopo appena dodici mesi, saranno visibili in esclusiva free su Mediaset. Una partnership sperimentale per i prossimi due anni che avrà certamente come fiore all'occhiello il film Divin Codino. Una biografia autorizzata dallo stesso Roberto Baggio che sarà consulente della produzione.

Lo splendore calcistico di Baggio, dal Lanerossi Vicenza all'addio al calcio a Brescia

La pellicola sarà diretta dalla regista pugliese Letizia Lamartire, regista pugliese classe '87 che con Netflix ha già lavorato per la serie Baby: "È la storia di un uomo umile con un talento smisurato - ha dichiarato la regista -.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Serie A

Racconteremo il percorso di una persona che attraverso le sofferenze personali ha raggiunto grandi trionfi in campo".Affidato invece il ruolo di Baggio ad Andrea Arcangeli, attore abruzzese di 26 anni di Pescara, già visto nella serie di Rai Uno "Il Paradiso delle signore".

Divin Codino racconterà della carriera di Baggio dall'esordio al Lanerossi Vicenza fino all'addio a Brescia, con ampie parentesi sulle partite in Nazionale.

Il libro da cui è tratto il film, racconta la storia di un ragazzo che ha pagato un grosso tributo agli infortuni ed anche quando tutti lo davano per spacciato ha superato ogni difficoltà. Il tutto fino a diventare, con la maglia della Juventus nel 1993, uno dei cinque giocatori italiani di sempre - Gianni Rivera (1969), Paolo Rossi (1982), appunto Roberto Baggio (1993) e Fabio Cannavaro (2006) cui si aggiunge anche quello dell'oriundo argentino Omar Sivori del 1961) - a vincere il Pallone d'Oro, diventando uno dei più grandi giocatori di tutti i tempi.

Il film è la storia di un campione amato da tutti, di Roberto Baggio il Divin Codino appunto.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto