Da alcuni anni Fabio Capello si trova spesso in televisione a commentare i match delle squadre italiane. Il tecnico, ovviamente, fa analisi molto precise vista la sua grande esperienza. Capello ha anche un passato in bianconero sia come giocatore che come allenatore. Infatti, al termine della stagione 2004, la Juventus salutava Marcello Lippi e si affidava a don Fabio. L'ex tecnico della Roma arrivò a Torino per riprendere la strada della vittoria. Nei giorni scorsi Capello, ai microfoni di Radio Radio, ha parlato proprio della sua esperienza in bianconero: "Quando sei alla Juventus diventi un operaio", ha dichiarato l'ex allenatore juventino.

Capello volle Ibra alla Juve

Capello arrivò alla Juventus nell'estate 2004 e la dirigenza dell'epoca gli allestì una grande rosa arrivarono fra gli altri Emerson, Fabio Cannavaro e Zlatan Ibrahimovic. L'ex allenatore bianconero ha spiegato che fu proprio lui a volere con sé a Torino lo svedese: "Quando andai alla Juventus chiesi di comprarlo". Fabio Capello, inoltre, ha spiegato che lui vide per la prima volta Zlatan Ibrahimovic quando ancora allenava la Roma. I giallorossi affrontarono l'Ajax e nella squadra olandese militava proprio lo svedese.

Capello fu colpito da quel giovane ragazzo dal grande talento e così quando arrivò alla Juventus chiese alla dirigenza di acquistarlo. Il tecnico ebbe così la possibilità di allenare Ibrahimovic per due anni. Infatti, l'avventura juventina di entrambi finì nel 2006 visto che dopo lo scoppio di calciopoli entrambi lasciarono la Vecchia Signora. Capello, inoltre, ha spiegato che quando si arriva alla Juve si diventa operai e la stessa mentalità la riscontrò anche al Milan, mentre al Real si opera in maniera diversa: "Sono stato anche al Real Madrid e lì quello della reception ti dice subito che sei nel club più importante del mondo".

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Juventus

Capello nell'occhio del ciclone

Negli ultimi giorni, Fabio Capello è stato nell'occhio del ciclone per alcune dichiarazioni rilasciate su Nicolò Zaniolo. L'ex tecnico juventino, nel post partita della due giorni di Champions League, ha dato un consiglio al giovane attaccante dell'Inter Esposito: "Non prendere la strada di Zaniolo", ha detto Capello e questa dichiarazione ha fatto molto scalpore. L'ex allenatore di Juve e Roma ha ricevuto alcune critiche dopo questa battuta e anche la mamma dello stesso Zaniolo ha voluto rispondergli tramite Instagram.

La madre del giocatore giallorosso ha condiviso un lungo post nel quale spiega tutto ciò che suo figlio ha fatto in questi anni nonostante la giovane età: "Sarò pure tua madre ma la tua strada te la sei segnata tutta da solo ed è un esempio per tantissimi ragazzini".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto