Il 2020 non è stato un anno molto fortunato per Paulo Dybala. Il fantasista argentino ha dovuto fare i conti con il coronavirus, sconfitto dopo oltre quaranta giorni, e in questi ultimi due mesi ha dovuto affrontare un problema fisico che ne ha condizionato il finale della scorsa stagione e l'inizio di quella attuale. La Joya, di fatti, non ha ancora fatto il proprio esordio nello scacchiere tattico di Andrea Pirlo, che lo avrebbe schierato titolare nella sfida contro il Napoli, sfida non giocata visto che gli azzurri non si sono presentati perdendo la partita 3-0 a tavolino. Il futuro del classe 1993 non sembrerebbe insomma essere così scontato, diviso tra possibile rinnovo e un eventuale addio.

Dybala tra rinnovo e addio

Il futuro di Paulo Dybala è ancora avvolto nel mistero. Il fantasista argentino non ha mai nascosto la propria volontà di restare alla Juventus ma la sua permanenza è collegata al rinnovo di contratto, in scadenza a giugno 2022. La Joya l'anno scorso è stato decisiva per la vittoria dello scudetto, andando spesso a segno dopo il lockdown. Alla fine ha totalizzato trentatré presenze in campionato, mettendo a segno undici reti e collezionando sei assist, a fronte di otto presenze complessive in Champions League, dove ha messo a segno tre reti.

Arrivato nell'estate del 2015 dal Palermo per 40 milioni di euro, fortemente voluto dall'allora amministratore delegato Giuseppe Marotta, Dybala ha avuto tanti alti e bassi, tanto da essere paragonato ad un certo punto della sua carriera anche a Leo Messi.

Nel 2017 è arrivato il rinnovo fino a giugno 2022 a 7,5 milioni di euro a stagione. Ora le parti stanno trattando il rinnovo ma la fumata bianca non sembra in procinto di arrivare. Il classe 1993, infatti, chiede più di 10 milioni di euro all'anno, alle stesse cifre percepite da De Ligt, arrivato a Torino l'anno scorso dall'Ajax.

Cessione senza rinnovo

Senza il rinnovo di contratto la Juventus potrebbe cedere Paulo Dybala. L'argentino ha il contratto in scadenza a giugno 2022 e senza il rinnovo l'anno prossimo sarebbe ad un anno dalla scadenza e a sei mesi dalla possibilità di accordarsi con un altro club a parametro zero. La valutazione della Joya resta importante visto che, stando a quanto riportato dal Daily Mail, i bianconeri accetteranno di trattare la sua cessione solo per proposte dai 60-70 milioni di euro in su.

In Premier League non mancano le società interessate, su tutte il Tottenham e il Manchester United, che avevano provato ad acquistarlo già l'anno scorso, ma occhio al Chelsea, che avrebbe messo gli occhi sia su Dybala che su Lautaro Martinez dell'Inter. E proprio i nerazzurri potrebbero fare un tentativo qualora la Juve dovesse aprire alla cessione della Joya, vista la stima che nutre nei suoi confronti Giuseppe Marotta, ora amministratore delegato del club meneghino. I due club potrebbero anche provare ad intavolare uno scambio con Christian Eriksen, con il danese che è stato accostato ai bianconeri nelle scorse settimane.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!