L'Inter deve fare i conti con diversi problemi a livello societario che avrebbero costretto Suning a mettere in vendita il club nerazzurro. L'amministratore delegato, Giuseppe Marotta, intanto, avrebbe cominciato a muoversi con largo anticipo in vista della prossima sessione estiva di calciomercato. Il nome in cima alla lista degli obiettivi sarebbe quello di Rodrigo De Paul, accostato alla società nerazzurra già a gennaio, quando non si è potuto affondare il colpo per le vicende societarie, e per questo tutto sarebbe stato rinviato di qualche mese.

Inter su De Paul

Il nome caldo in casa Inter in vista della prossima estate sarebbe quello di De Paul, accostato ai nerazzurri già a gennaio. Il centrocampista argentino piace molto ad Antonio Conte anche per la sua duttilità, oltre che per le sue qualità, essendo in grado di giocare sia come mezzala di un centrocampo a tre, sia come trequartista che come esterno d'attacco in un ipotetico 4-2-3-1. Un vero e proprio jolly che potrebbe permettere al tecnico salentino anche di cambiare schieramento tattico a partita in corso.

Anche in questa stagione il classe 1994 è stato spesso decisivo con le proprie prestazioni, tenendo i friulani fuori dalla zona retrocessione, mettendo a segno anche ben cinque reti e collezionando un assist in venti partite disputate in campionato.

Anche per questo motivo il direttore generale dell'Udinese, Pierpaolo Marino, non ha voluto privarsene a stagione in corso visto che senza De Paul la squadra di Luca Gotti perde tantissimo. E alla luce di ciò ogni discorso sarebbe stato rinviato alla prossima estate, tanto che si parlerebbe già di un principio di accordo per il trasferimento a Milano del centrocampista argentino.

La sua valutazione si aggira intorno ai 35 milioni di euro, ma nell'affare potrebbero essere inserite delle contropartite tecniche per abbassare l'esborso economico.

Non solo De Paul

De Paul non sarebbe l'unico nome per cui l'Inter si sarebbe mossa con forza in vista della prossima stagione. L'altro giocatore cerchiato in rosso milita sempre nell'Udinese e risponde al nome di Juan Musso.

L'estremo difensore argentino, proprio come De Paul, è anche molto amico di Lautaro Martinez, visto che i due sono cresciuti insieme nel Racing Avellaneda. Il portiere sarebbe stato individuato come l'erede ideale di Samir Handanovic, che sembra essere in calo rispetto alle passate stagioni. Inter e Udinese potrebbero intavolare una maxi operazione da 60 milioni di euro, ma con l'inserimento di giocatori come Radu, Oristanio e Vecino per abbassare la cifra cash da investire. Operazione che, in questo modo, permetterebbe ad entrambe le società di realizzare delle plusvalenze importanti.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!