Mantenere i giocatori più importanti e funzionali al progetto: è questo l'obiettivo del Milan, che lavora sul fronte rinnovi.

Il club rossonero nelle scorse ore ha ufficializzato il rinnovo di Alexis Saelemakers, che sotto la gestione targata Stefano Pioli, ha avuto una crescita esponenziale fino a conquistare la Nazionale del Belgio.

La società rossonera ha prolungato il contratto fino al 2026, visto che l'accordo con l'esterno rossonero scadeva nel giugno 2024.

Ecco il comunicato del club: "Ac Milan è lieto di annunciare il rinnovo di Alexis Saelemakers fino al giugno 2026.

Classe 1999, Alexis ha siglato quattro reti in 64 partite, continuerà a vestire la maglia rossonera".

Un rinnovo importante, che va a scontrarsi con l'altra situazione da monitorare in casa rossonera, ovvero quella di Franck Kessie, che invece non ha ancora rinnovato con il club. Il giocatore ivoriano non ha accettato l'offerta da 5 milioni da parte della società rossonera e su di lui ci sarebbe l'interesse del Paris Saint Germain di Leonardo, ma soprattutto del Real Madrid e del Barcellona, che vogliono completare e migliorare le loro rispettive mediane con un acquisto di alto profilo.

Milan-Verona: 3-2, vittoria in rimonta dei rossoneri

Intanto, i rossoneri continuano in maniera ottimale il loro percorso in campionato.

A San Siro, l'undici di Pioli batte 3-2 il Verona, in una sfida che ha regalato tantissime emozioni.

Pioli per la partita aveva confermato il suo 4-2-3-1 con qualche modifica rispetto alla vigilia: Tatarusanu; difesa a quattro formata da Calabria, Tomori, Romagnoli e Balo Tourè. A centrocampo, confermata la diga Kessie-Bennacer, mentre in attacco torna dal primo minuto Olivier Giroud, sostenuto da Rebic, Maldini e Saelemakers.

Confermato il 3-4-2-1 della squadra di Tudor, che lancia l'ex Kalinic, supportato da Barak e Caprari.

Avvio horror per i rossoneri che subiscono subito il vantaggio ospite firmato Caprari, che su assist di Veloso, anticipa Calabria e firma l'1-0 e trova il suo terzo centro consecutivo, dopo la doppietta contro lo Spezia. Il Verona domina a San Siro e raddoppia con il calcio di rigore di Barak.

Nella ripresa però è tutto un altro Milan, grazie soprattutto a Leao (subentrato per l'infortunato Rebic), il quale serve un assist al bacio per Giroud che firma il 2-1. La rete siglata dal bomber francese è la scintilla che accende definitivamente i rossoneri, che poi trovano il 2-2 con il calcio di rigore di Kessie.

Il Verona a quel punto esce mentalmente dal campo dopo il pari del Milan e la formazione di Pioli completa la rimonta grazie all'autorete di Gunter. La partita finisce così sul 3-2.

Una vittoria di forza e di grande personalità da parte dei rossoneri, che salgono momentaneamente al primo posto e approfittano del passo falso dell'Inter, sconfitta 3-1 contro la Lazio.