La Juventus potrebbe perdere Matthijs de Ligt durante la sessione estiva del Calciomercato. Di conseguenza, in casa bianconera si starebbe pensando di offrire al Torino il cartellino di Rolando Mandragora per convincere i granata a cedere Gleison Bremer.

Nel frattempo, Cherubini starebbe per chiudere con il Genoa la trattativa per Andrea Cambiaso, terzino sinistro di 22 anni.

Calciomercato Juventus: per convincere il Torino a cedere Bremer, Cherubini potrebbe usare la carta Mandragora

La Juventus potrebbe cedere Matthijs de Ligt (si parla di Chelsea e Manchester City) se arrivasse un'offerta vicina ai 120 milioni di euro.

Una parte di questa somma verrebbe reinvestita per lanciare l'assalto a Gleison Bremer, stopper brasiliano in forze al Torino.

A proposito di quest'indiscrezione di mercato, il giornalista di Sportmediaset, Claudio Raimondi, ha affermato: "Bremer è nel mirino della Juventus, i bianconeri hanno avuto contatti col Torino in mattinata. La Juve vuole giocare il jolly Mandragora che fa gola ai granata. Si profila un derby d'Italia con l'Inter che ha l'accordo col giocatore. In caso di cessione di de Ligt, un altro nome da monitorare è quello di Koulibaly in scadenza col Napoli, che interessa ai bianconeri".

La Juventus starebbe per chiudere col Genoa l'operazione Cambiaso

Andrea Cambiaso nei prossimi giorni potrebbe diventare un nuovo giocatore della Juventus.

Al Genoa dovrebbero andare 4 milioni di euro più il cartellino del difensore classe 2002 Radu Dragusin.

Qualora la trattativa dovesse andare in porto, i bianconeri riuscirebbero a battere sul tempo la concorrenza di altre squadre come Inter e Atalanta.

Tacchinardi su Zaniolo: 'Uno come lui lo porterei a casa'

Si continua a parlare di un eventuale trasferimento di Nicolò Zaniolo dalla Roma alla Juventus.

Su quest'ipotesi di mercato si è soffermato Alessio Tacchinardi.

L'ex centrocampista bianconero, raggiunto da Tuttomercatoweb, ha dichiarato: "In un attacco con Di Maria, Vlahovic e Chiesa per me non trova spazio da titolare (Zaniolo, ndr). Ma le partite sono tante e di esterni ne ha davvero pochi (la Juventus, ndr). L'ho visto come mezzala - ha proseguito Tacchinardi - e non credevo potesse spostarsi così avanti. Ancora non si è specializzato in un ruolo, ma uno come lui lo porterei a casa, perché è italiano e ha bisogno di un ambiente come quello della Juve per far esplodere tutte le sue qualità".