"Altro rigore ridicolo decretato dal Var che non potrebbe valutare l’intensità di una spinta. Ma con l’Inter si può", "L'Inter deve aspettare il solito cadeau del Var per segnare, avrebbe vinto ugualmente, troppa la differenza tra le due squadre, ma fino al 35° l'Udinese aveva retto. Il rigore rompe l'equilibrio e in 8 minuti arrivano altri 2 gol, è fatta ancora grazie al Var": questi alcuni degli ironici commenti postati via social dai tifosi della Juventus, infuriati per il calcio di rigore assegnato ieri sera all'Inter in Inter vs Udinese 4-0.

L'episodio contestato, Perez tocca Martinez che va giù

Al di là dell'ovvio campanilismo a far discutere è la dinamica dell'assegnazione: sul cross da sinistra operato da Di Marco, Lautaro non può raggiungere il pallone così come nessuno dei difensori dell'Udinese ma Perez allunga il braccio toccando la spalla di Martinez che cade in terra un secondo dopo il contatto: l'arbitro lascia correre ma il VAR lo richiama all'on field review, Çalhanoğlu ringrazia e trasforma dagli 11 metri l'uno a zero.

A destare dubbi nei tifosi bianconeri è il richiamo del Var, che così facendo ha giudicato un 'chiaro ed evidente errore' (questo prescrive il protocollo affinchè si richiami l'arbitro di campo ad una review) il mancato fischio di Di Bello.

Ed è su questo punto che si concentrano i tifosi bianconeri: dato che l'arbitro di campo ha visto e giudicato e che è l'unico deputato a valutare 'l'intensità del contatto' in dinamica, a rigor di logica per interventi del genere il Var non dovrebbe intervenire, la storia però è andata diversamente. Di là in poi decisamente troppa Inter per gli uomini di Cioffi sconfitti 4 a 0.

Più che meritato il primato dei nerazzurri che tornano primi in classifica due punti sopra la Juventus, con diversi addetti ai lavori che commentando le immagini del rigore hanno comunque confermato la bontà della decisione presa dall'arbitro.

Rabbia social dei supporter bianconeri: 'Non ci si può credere'

"Non ci posso credere che abbiano veramente chiamato OFR e dato rigore per sta roba", "Negli ultimi 6 giorni abbiamo capito che, se Lautaro placca Lobotka, lo cintura e lo butta a terra, per l'intensità del contatto quasi quasi è Lobotka che fa fallo.

Al contrario, se Lautaro è appena sfiorato e si tuffa in area, bhè, allora è rigore netto" si legge sui social con i tifosi della Juventus a chiamare in causa anche l'episodio dello scorso weekend, quando nonostante una cintura di Lobotka ad inizio azione su Lautaro è stato convalidato il gol segnato a fine azione da Çalhanoğlu in Napoli vs Inter 0-3.

Inter prima per rigori assegnati

Nel corso di questo campionato l’Inter è prima in classifica per rigori assegnati, 7 in 15 giornate. Il divario tra la squadra di Inzaghi e la Juventus in questa speciale classifica è abbastanza ampio visto che ai bianconeri sono stati fischiati 3 penalty di cui 2 falliti da Dusan Vlahovic nei match contro Monza ed Empoli, una differenza questa giustificata dal tipo di gioco completamente diverso delle due regine della Serie A: attendista e guardinga la Juventus (capace di trasformare appena 23 gol in ben 36 punti), votata all'attacco e sempre a far gol l'Inter, che fin qui ha messo a segno 37 reti.