Ci sono novità importanti su due casi ancora irrisolti della cronaca italiana, quelli di Elena Ceste e Yara Gambirasio. Per quanto riguarda la prima vicenda, le ultime notizie riportano che si effettuerà un nuovo sopralluogo sul Rio Mersa, il canale di scolo dove è stato ritrovato il corpo della donna. Sul caso della ragazzina di Brembate, invece, sono emerse delle novità clamorose: sembra infatti che un nuovo super-testimone possa inchiodare Massimo Bossetti, l'uomo accusato di avere ucciso la tredicenne Yara Gambirasio.

Ultime news Yara Gambirasio, un nuovo super-testimone inchioda Massimo Bossetti?

Colpo di scena nel caso di Yara Gambirasio: secondo quanto riporta "Urbanpost", un nuovo super-testimone aggraverebbe la posizione di Massimo Bossetti.

Il testimone è una donna e ha spiegato agli investigatori di avere visto un uomo biondo che parlava con la piccola Yara Gambirasio. Il fatto sarebbe accaduto nel settembre 2010, quindi due mesi prima che la tredicenne fosse uccisa. Il testimone ha rivelato che il dialogo tra i due sarebbe avvenuto nei pressi del centro sportivo frequentato dalla stessa Yara Gambirasio. La donna ha inoltre aggiunto che il fatto le suscitò un senso di malessere, dato che l'uomo si sarebbe rivolto alla ragazzina con un atteggiamento molto diverso da quello di un parente. La testimone è stata sottoposta allo stress-test ed è stata dichiarata molto attendibile dagli investigatori. Se l'uomo biondo fosse veramente Massimo Bossetti si arriverebbe ad una svolta clamorosa nel caso di Brembate.

Ultime news Elena Ceste, Michele Buoninconti prepara il funerale della donna

Giungono novità anche sul caso di Elena Ceste, del quale ancora non si hanno nè colpevole, nè movente.

I migliori video del giorno

Secondo le ultime indiscrezioni, però, pare che Michele Buoninconti stia preparando il funerale della donna, che molto probabilmente si celebrerà a Govone, dove risiedono i genitori di Elena Ceste. Inoltre, sarà effettuato un sopralluogo sul Rio Mersa, il 23 gennaio. Gli inquirenti, comunque, propendono per l'ipotesi dello strangolamento e non per quella del suicidio. L'acqua del canale di scolo, infatti, sarebbe stata troppo bassa per gettarvisi dentro.