Si sta tentando di fare il bilancio sul naufragio del Norman Atlantic, avvenuto all'alba dello scorso 28 dicembre. Erano circa le 4.20 del mattino quando è scoppiato un incendio a bordo del traghetto che era diretto da Patrasso ad Ancona. Il comandante Argilio Giacomazzi ha dato l'ordine di evacuazione, ma i soccorsi sono stati resi estremamente difficili a causa del Mare Adriatico in tempesta, con onde alte più di quattro metri. Anche il black-out della nave ha causato notevoli difficoltà agli aiuti provenienti dall'Italia e dall'Albania.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

L'inferno dei naufraghi è durato più di trentasette ore.

Ultime news Norman Atlantic, interrogato il comandante: 'Ho rispettato tutte le procedure di sicurezza'

L'ultimo a lasciare la nave è stato il comandante Argilio Giacomazzi, che è sbarcato ieri a Brindisi ed è stato interrogato per cinque ore dal pm Ettore Cardinali.

"Ho rispettato tutte le procedure di sicurezza: avrei voluto salvare tutti, non mi sento un eroe. Intanto, si sta tentando di fare il bilancio sulla tragedia: sono undici i morti accertati, di cui due italiani. Si tratta di due autotrasportatori campani che tornavano dalla Grecia. E' invece ancora giallo sui dispersi; si è infatti scoperto che c'erano due liste di passeggeri. Una presentava 458 nomi, l'altra 478. Dalle indagini è emerso che entrambe queste liste sono false; il procuratore di Bari Giuseppe Volpe ha infatti dichiarato che sulla nave erano a bordo 499, tra cui tre clandestini. Si teme che sul relitto possano esserci tanti morti. "Solo quando si sarà scoperto il numero delle vittime a bordo del relitto si potrà poi dare il numero definitivo sui dispersi", ha fatto sapere il procuratore di Bari Giuseppe Volpe.

I migliori video del giorno

Al momento, comunque, il bilancio è questo: 11 morti e 390 persone salvate; perciò, è mistero su 100 naufraghi.

Ultime news Norman Atlantic, un altro incendio un mese fa

Ma è giallo anche sull'incendio, non si sono ancora scoperte le cause; in ogni caso, l'ipotesi principale è che sia scoppiato per l'ammasso di camion presenti nella stiva della nave. Infine, occorre segnalare un dettaglio non da poco; quello del Norman Atlantic è il secondo incendio che si verifica su un traghetto della Anek Lines. Infatti, il 30 novembre scorso era scoppiato un rogo sul traghetto Ierapetra, che navigava verso la Grecia.