Pino Daniele è morto d'infarto la notte della Befana. Il musicista soffriva da oltre vent'anni di seri problemi al cuore e il suo cardiologo di fiducia, che lo aveva in cura da lungo tempo, ha affermato diverse volte che la vita di Pino Daniele era legata a un filo. La sua scomparsa ha gettato nel dolore prima di tutto la sua famiglia, i figli e poi tutti i parenti e gli amici ma anche i fans del cantautore sono rimasti addolorati per la sua morte prematura. L'artista infatti aveva solo 59 anni. Inutile la folle corsa all'ospedale di Roma dove Pino Daniele è giunto ormai senza vita.

La famiglia ieri ha accettato di aprire la camera ardente, c'era moltissima gente giunta da ogni parte d'Italia per dare l'ultimo saluto al cantante ma dopo poco tempo ecco giungere la notizia della chiusura della camera ardente.

Tutti i fans in fila hanno iniziato a protestare, a sostenere che non era rispettoso nei loro confronti ecc. ma Enzo Gragnaniello, amico di famiglia e musicista, ha fatto sapere che qualcuno aveva tentato di fotografare la salma di Pino Daniele, con l'intenzione di postarla sul social network facebook. Che dire di un gesto così riprovevole? Se il motivo della chiusura della camera ardente è stato questo, si può benissimo capire la decisione della famiglia di Pino che è rimasta sconvolta da questa azione terribile. Infatti sono stati in tanti a criticare chi aveva deciso di compiere un gesto così sacrilego e irrispettoso e qualcuno ha postato sui social network frasi del tipo: "La mamma dei cretini è sempre incinta".

Pino Daniele, i funerali

Ricordiamo che i funerali di Pino Daniele saranno celebrati oggi con una doppia funzione. Una a Roma alle 12 nel Santuario della Madonna del Divino Amore e un'altra a Napoli alle ore 19 nella Basilica Reale di San Francesco di Padova che si trova in piazza Plebiscito.

I migliori video del giorno

Una scelta che la famiglia ha fatto per ringraziare Napoli del calore e dell'affetto dimostrato al cantautore. Tra i successi di Pino Daniele dobbiamo assolutamente ricordare: "Quando", "Je so pazzo"e "Napule è".