Le novità che sono emerse ieri sera sul caso Yara Gambirasio, durante la trasmissione 'Quarto Grado', sono davvero importanti e potrebbero portare direttamente al nome e al cognome dell'assassino della povera tredicenne di Brembate di Sopra, trovata senza vita il 26 febbraio del 2011 in un boschetto di Chignolo d'Isola. Il prossimo 3 luglio comincerà il processo a carico di Massimo Bossetti, detenuto nel carcere di Bergamo dallo scorso 16 giugno proprio perchè ritenuto responsabile dell'omicidio.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Nonostante le prove 'importanti' raccolte dagli inquirenti, il carpentiere di Mapello continua a professare la propria innocenza e la propria estraneità al delitto. Vediamo nei particolari di cosa si è parlato ieri sera durante il programma condotto su Retequattro da Gianluigi Nuzzi.

Il mistero del numero cancellato dalla sim card di Yara

C'è un elemento sul quale stanno lavorando gli inquirenti che potrebbe svelare l'identità dell'assassino: si tratta della sim card Vodafone appartenuta alla giovane vittima. Qualche tempo fa, vi avevamo parlato del mistero legato a 79 numeri di telefono che sarebbero stati opportunamente nascosti attraverso un codice di sicurezza, diverso da quello che i genitori di Yara Gambirasio diedero ai carabinieri. Ebbene, l'esame della scheda sim ha portato alla luce un particolare molto interessante e, nello stesso tempo, inquietante: i consulenti informatici, infatti, hanno appurato che il contatto numero 31 sarebbe stato cancellato. Purtroppo, i periti non sono stati in grado di risalire al numero che è stato depennato da quella rubrica: diciamo purtroppo perchè gli inquirenti sospettano che sia stato proprio l'assassino a provvedere alla cancellazione di quel numero, molto probabilmente perchè si trattava del suo numero di cellulare. 

Bossetti aveva il numero di Yara Gambirasio?

Nei giorni scorsi, vi abbiamo parlato anche del colloquio avvenuto in carcere tra Massimo Bossetti e la moglie Marita Comi: in quell'occasione la donna menziona il fatto che il marito potesse essere in possesso del numero di cellulare della povera Yara. Il contatto numero 31 corrispondeva al numero di Bossetti? Oppure semplicemente era di qualcun altro ed era stata la stessa ragazzina a volerlo cancellare? Auspichiamo che anche questo mistero possa essere risolto e venga fatta al più presto luce sull'assassino di Yara Gambirasio.