Colpo di scena drammatico nella vicenda legata al processo Yara Gambirasio, che vede Massimo Bossetti sul banco degli imputati a Bergamo. Secondo quanto riferito dalla moglie dell'uomo, Marita Comi Bossetti, il carpentiere in un momento di disperazione ha tentato di impiccarsi in cella utilizzando una cintura, ma è stato fermato dagli agenti della polizia penitenziaria.

La moglie e quegli amanti scomodi

Il gesto non era atteso perché Bossetti, attraverso il suo legale Claudio Salvagni, ha sempre spiegato di essere estraneo ai fatti contestati, fiducioso di dimostrare la propria innocenza. Dopo le prime due udienze, però, Bossetti ha avuto un cedimento a livello nervoso.

Da qui a Natale sono state previste altre 20 udienze ma sulla serenità di Massimo Bossetti pesa come un macigno la richiesta espressa dal PM di sentire coloro i quali risultano essere stati gli amanti di Marita Comi: un duro colpo per l'equilibrio psicologico di Bossetti, che fino a poco tempo fa chiedeva massima pubblicità al processo, con l'ammissione in aula delle telecamere peraltro negata per non influenzare alcuni testimoni minori. Proprio la scoperta del tradimento, secondo l'accusa, aveva generato un forte stress nell'uomo, che potrebbe averlo portato ad azioni rabbiose con una funzione catartica. Sono tutte ipotesi che restano da dimostrare. Di certo Bossetti, dopo un anno di restrizione in carcere, sta vivendo una fase molto difficile della sua vita.



Nella fase iniziale dell'inchiesta sulla morte di Yara Gambirasio si era ipotizzato che l'accanimento contro la ragazzina fosse da interpretare come vendetta contro il padre per motivi di lavoro ma i genitori della tredicenne appassionata di ginnastica non hanno mai dato credito a tale ipotesi.

I migliori video del giorno

Per l'accusa la prova del DNA ritrovato sui leggins di Yara inchioda Bossetti, ma per una condanna bisogna aspettare la fine del processo, come impone la legge.

La novità del 22 luglio 2015 è comunque che il detenuto Bossetti, che ha sempre detto di trovarsi male in carcere, mostra segni di cedimento a livello mentale e andrà quindi seguito con maggiore attenzione nel carcere bergamasco.