Un quarantenne di Ravanusa è stato denunciato a Caltanissetta dai poliziotti della sezione Volanti per ricettazione, porto di coltello di genere vietato e violazione di domicilio. Gli agenti sono entrati in azione nel pomeriggio di ieri (giovedì), dopo una segnalazione al 113 proveniente da un supermercato della città, in via Due Fontane, dove non era passata inosservata la presenza di un individuo sospetto. Giunti sul posto, gli stessi poliziotti hanno notato un uomo che fuggiva precipitosamente, inseguito da altre persone. Il protagonista della vicenda è stato bloccato poco dopo dietro una siepe, dove avrebbe cercato invano di nascondersi, all'interno di una proprietà privata.

Perquisito, è stato stato trovato in possesso di una borsa a tracolla contenente un coltello a serammanico posto sotto sequestro.

L'atteggiamento sospetto dell'uomo

Da una prima ricostruzione dell'episodio da parte dei poliziotti, il quarantenne agrigentino sarebbe entrato e uscito più volte dal supermercato, evitando sempre di passare dalle casse. Un atteggiamento insolito che ha indotto il responsabile dell'esercizio commerciale a chiamare immediatamente la polizia per un tempestivo controllo. E proprio nel momento in cui gli venivano chieste spiegazioni, da parte dei dipendenti del supermercato, l'uomo sarebbe fuggito a gambe levate senza riuscire però a far perdere le proprie tracce.

Sequestrati prodotti per un valore di duecento euro

A pochi metri dal supermercato è stata individuata anche l'auto del denunciato.

I migliori video del giorno

All'interno sono state trovate altre borse, sei bottiglie di whisky e altrettante di amaro, per un valore commerciale di circa duecento euro. I liquori sarebbero stati portati via da altri negozi, dove sono stati rinvenuti materiali antitaccheggio staccati da diverse bottiglie e lasciati a terra. Dalla questura di Caltanissetta fanno sapere che all'uomo - con diversi precedenti anche per furto, estorsione e truffa - sarà notificato il foglio di via obbligatorio, con il divieto di fare ritorno a Caltanissetta per tre anni.