E' già stato definito dal Governo Renzi l'iter amministrativo e burocratico per l'emissione e la distribuzione della Carta d'identità elettronica (CIE). Sulla Gazzetta Ufficiale del 30 dicembre 2015 - la numero 302 - è stato pubblicato il decreto del governo relativo alle procedure tecniche che saranno seguite per rilasciate il nuovo documento d'identità digitale. Il provvedimento, già sottoscritto lo scorso 23 dicembre dai ministri Marianna Madia (Pubblica Amministrazione e Semplificazione), Angelino Alfano (Interno) e Pier Carlo Padoan (Economia e Finanze) stabilisce l'iter d'emissione della Carta d'identità elettronica specificando anche le caratteristiche tecniche della piattaforma e dell'architettura logica dell'infrastruttura.

Vengono anche regolamentate le modalità di emissione, diffusione, gestione e supporto dell'uso della CIE.

Tutto pronto per la nuova CIE

Per rilasciare il nuovo documento identificativo digitale, i comuni o i consolati - ai quali dovrà essere avanzata la richiesta per la CIE - effettueranno le acquisizioni di diverse informazioni sui richiedenti. Dagli elementi biometrici primari (l'immagine del volto) e secondari (le impronte digitali) ai dati facoltativi sulla volontà o meno di donare gli organi; dalla firma autografa laddove prevista ai dati sull'autorizzazione o il diniego all'espatrio. Quando avranno concluso la procedura di acquisizione di tutti i dati necessari, i comuni o i consolati rilasceranno ai richiedenti la ricevuta del'istanza della Carta d'identità elettronica, compreso il numero della pratica e della prima parte dei codici PIN/PUK legati al nuovo documento digitale.

I migliori video del giorno

Rilasciata da comuni e consolati

La consegna vera e propria della Carta d'identità elettronica della seconda parte delle password PIN/PUK avverrà nell'arco di sei giorni lavorativi e sarà consegnata direttamente a casa all'indirizzo indicato nella richiesta presentata al comune. Per gli italiani residenti all'estero e iscritti all'ANPR che hanno presentato domanda la consegna la nuova carta d'identità digitale sarà consegnata direttamente dai consolati autorizzati con le procedure definite dai ministri del'Interno e degli Esteri. Il decreto sulle modalità tecniche di emissione della CIE è entrato in vigore il giorno della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, ovvero il 4 gennaio 2016. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito di Palazzo Chigi all'indirizzo www.governo.it.