Quattro giovani magrebini ventenni, con regolare permesso di soggiorno, hanno messo in atto una bravata che ha spaventato l'intero paese di Vignola, nel modenese, senza rendersi conto delle conseguenze delle proprie azioni. È un periodo difficile, ad alta tensione, in cui ogni minimo sospetto di terrorismo diventa quasi un'immediata certezza, un pericolo dal quale difendersi senza remore e con immediatezza. Martedì scorso cinque adolescenti hanno denunciato di aver ricevuto minacce da un gruppo di magrebini. Gli uomini avrebbero minacciato e intimorito i ragazzi con una scacciacani, sparando un colpo in aria. 

Siete musulmani?

Dopodiché, avrebbero chiesto ai giovani: "Siete musulmani o cristiani?", dopo averli costretti a mettersi in fila, rievocando le vergognose immagini dei prigionieri dell'Isis. Dopo poco sarebbe stata rivelata la falsa natura dell'agguato, presentato poi come uno scherzo di cattivo gusto e che ha messo in allarme il centro di Vignola e limitrofi.

Pubblicità
Pubblicità

Gli adolescenti alla minaccia hanno risposto subito di non credere né ad Allah né a Dio

Quando i magrebini si sono resi conto della gravità della stupida bravata, hanno deciso di avvisare la caserma dei carabinieri di Vignola. Hanno così riconosciuto sia di aver commesso il fatto e consegnato l'arma alle forze dell'ordine. Per loro scatterà una denuncia per violenza privata, ma si dovrà comunque accertare la dinamica del fatto: se realmente hanno sparato in aria e costretto in fila indiana gli adolescenti, obbligandoli ad esprimere la propria fede religiosa.

Quattro magrebini denunciati per violenza privata.
Quattro magrebini denunciati per violenza privata.

Poi, si dovrà anche verificare se quella messa in atto fosse solamente una bravata di cattivo gusto, o se gli autori abbiano agito con la premura di proteggere l'operato o i progetti di altre persone coinvolte con intenzioni non proprio ingenue. 

La reazione del mondo politico

Mauro Smeraldi, il sindaco di Vignola, ha espresso tutta la sua preoccupazione in merito alla vicenda e non sminuisce l'accaduto. Anzi, il sindaco ricorda che in seguito agli attentati terroristici di Parigi non pochi soggetti cittadini avevano mostrato gioia e soddisfazione la notte della tragedia.

Pubblicità

Il grave episodio non dovrà ripetersi e per questo il primo cittadino si rivolge alle forze dell'ordine affinché si impegnino al meglio per evitare che simili scherzi o minacce per la sicurezza collettiva possano verificarsi ancora. 

Dure sono le parole del senatore leghista Calderoli, che l'accaduto non fa che confermare il pericolo che corriamo. Il leghista non si esime dal dichiarare tutta la sua indignazione e sottolinea che c'è il rischio di fare la "fine di Colonia".

L'Italia è infatti uno dei paesi più esposti alla minaccia terrorismo, come il nuovo video Al Qaeda dimostra. 

D'altra parta invece il modenese Giovanardi lo definisce uno "Stupido scherzo", ma è doveroso ribadire che gli stranieri, clandestini o profughi che siano, sono tenuti a rispettare i principi costituzionali e religiosi, della libertà condivisa che accomuna uomini e donne. 

Il PD ha subito chiarito che a Vignola questo sarebbe il primo segnale di malcontento da parte degli extracomunitari dato che nel territorio le comunità sono ben integrate e convivono felicemente. 

Clicca per leggere la news e guarda il video