Annuncio
Annuncio

Ad accogliere Papa Bergoglio e il Patriarca Kirill Raul Castro, con cui i due leader religiosi avevano già avuto contatti in passato. Kirill, che è arrivato a L'Avana prima di Bergoglio, ha poi accolto insieme a Castro il leader della Chiesa Cattolica. Kirill, capo della Chiesa Ortodossa, aveva già incontrato il leader cubano in altre occasioni, tra cui la visita di Castro a Mosca lo scorso anno.

Tra Castro e Papa Francesco, poi, si è tenuto un breve incontro in un sala privata dell'aeroporto dell'Avana.

Dopo l'incontro, Castro ha accompagnato Bergoglio da Kirill, sempre all'interno dello scalo della capitale cubana. Lì i due leader religiosi hanno conversato per ben due ore in spagnolo e in russo.

Advertisement

Oltre a loro, erano presenti soltanto altre due persone con funzione di interprete: uno dei più stretti collaborator di Kirill, il metropolitan Hilarion, e il cardinale Kurt Koch, presidente del pontificio consiglio per l'Unità dei cristiani. Alla fine dell'incontro - che ha toccato diversi punti, dalla Siria al concetto di famiglia - è stato redatto un appello rivolto alla comunità Cristiana ma anche a quella internazionale.