Secondo quanto riportano i media inglesi, in Italia è stato ripreso dal sito web "Blitz Quotidiano", l'ufficiale della Marina della Gran Bretagna Ali Alosaimi sarebbe molto probabilmente fuggito in Siria per unirsi alla jihad dell'autoproclamato Stato Islamico contro gli "infedeli".

Sempre secondo quanto riportato da "Blitz Quotidiano", gli esperti della difesa inglese hanno sostenuto che le competenze del 28enne ufficiale di origini kuwaitane potrebbero costituire una serissima minaccia alla sicurezza della nazione, e inoltre cresce la preoccupazione che i miliziani del cosiddetto "Califfato" possano avere intenzione di colpire navi e traghetti, tenendo conto che hanno già gli aerei tra i propri obiettivi.

Pubblicità
Pubblicità

Il coinquilino di Alosaimi: 'In Siria perché furioso contro Assad'

Prima della partenza per la Siria, Ali Alosaimi aveva lavorato per una compagnia petrolifera kuwaitana e in seguito era emigrato in Gran Bretagna, dove viveva nella cittadina di South Shields e dove si era iscritto a un corso triennale con lo scopo di diventare un ufficiale della Marina mercantile. 

Interpellati sulla vicenda, i responsabili del college hanno deciso di non esprimere nessun commento sulla vicenda, mentre l'amico (anch'egli originario del Kuwait) con cui divideva la stanza ha deciso di spiegare i motivi della scelta del suo ex coinquilino. 

Scelta che secondo il racconto dello stesso ex coinquilino è stata dovuta al fatto che Ali "era furioso contro Assad", furia condivisa dallo stesso amico che ha anche spiegato di essere rimasto scioccato dopo aver visto i video che mostrano gli omicidi commessi dalle truppe di Assad.

Pubblicità

Inoltre, l'ex coinquilino di Ali Alosaimi ha anche aggiunto che "tutti i musulmani sono arrabbiati, ma Ali ha agito. In questo momento, non c'è bisogno di radicalizzare le persone", aggiungendo che basta Internet per farlo.

I foreign fighter che dall'Europa fuggono per andare a combattere nel nome del Califfato

La storia di Ali rappresenta solo l'ultimo caso di un fenomeno sempre più in crescita e preoccupante, qual è quello dei foreign fighter che dall'Europa fuggono per unirsi alla causa del Califfato in Siria. 

Foreign fighter che sono perlopiù persone di varia estrazione sociale e/o culturale ma che spinti dall'ideologia decidono di lasciare tutto pur di andare a combattere e morire per il "nuovo Califfato", con la speranza di raggiungere il più in fretta possibile il paradiso e le 72 vergini promesse. 

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto