Nuovo Terremoto, non di lieve entità, nelle zone colpite dal sisma del 24 agosto. Intorno alle 22, infatti,si è verificato un movimento sismico misurato 3.8 della scala magnitudo. L'epicentro è stato calcolato a 10,9 chilometri di profondità tra Norcia, in provincia di Perugia, e Arquata del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno. Stavolta, peró, non si sono, a quanto ne sappiamo ora, registrati danneggiamenti a cose o lesioni gravi a persone. Ad una prima scossa ne è seguita una seconda di intensità 3.3 nella medesima zona, ma con epicentro più profondo: 11,1 km. In un intervallo di circa trenta minuti si sono, complessivamente, susseguiti sei sismi, ilpiù forte di 1.9 della scala Richter.

Il centro Italia a rischio sismico

Salva, stavolta, Amatrice, le cui condizioni disastrate la rendono abitabile in pochissimi punti. Ci si continua, così a interrogare sulla sicurezza di alcune zone della Penisola, Umbria e Marche su tutte, a notevole rischio sismico. Mentre, infatti, buona parte del globo si è già premunita contro il rischio di scosse attraverso il rinnovamento delle strutture e delle abitazioni, vi sono, nel Bel Paese, non pochi casi di zone intere rivestite da edifici obsoleti, costruiti con materiali di bassa qualità, o, nel peggiore dei casi, abusivi. Certamente la strada da percorrere non è quella di interpretarequesti eventi sotto la luce della mera paura fine a se stessa, ma di iniziare a prendere in seria considerazione l'idea di innovare le strutture presenti nei territori più soggetti ai movimenti della crosta terrestre, quelli più vicini alle cosiddette "faglie", ossia enormi (si parla di chilometri) depressioni del terreno che si formano in presenza di accavallamenti della crosta terrestre e i cui movimenti, pur millimetrici, portano ai fenomeni che si sono verificati, ad esempio, ad Amatrice.

Insomma, siamo avvisati, soprattutto chi amministra le finanze del nostro Paese: meno sprechi, più investimenti sulla sicurezza. In attesa di carpire nuove informazioni, per restare in continuo aggiornamento non esitate a seguire il mio profilo, per non perdervi nessuna notizia su eventuali scosse notturne!

Segui la pagina Terremoto
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!