Leggendo i dati del Piano di risposta umanitaria per l'iraq del 2016, fino all'anno scorso 3 milioni di persone risiedevano in zone allora controllate dall'ISIS. Tenendo in considerazione che in Iraq il 35% della popolazione sono bambini in età scolastica, si calcola che oltre un milione di ragazzi non siano andati a scuola o abbiano dovuto frequentare istituti gestiti dall'ISIS. In questi giorni le truppe dell'Iraq combattono per avere il controllo di Mosul. L'offensiva è stata lanciata il 17 ottobre e da quella data sono oramai 34.000 le persone sfollate, con aumenti esponenziali ogni settimana.

Molti di questi sfollati ora sono nel campo di Jad’ah, a sud di Qayyarah, e sono proprio alcuni di loro a spiegare come venisse fatto una sorta di lavaggio del cervello ai bambini, con insegnamenti mirati secondo un preciso curriculum per creare dei bambini soldato.

Mentre venivano istruiti a costruire bombe, assistevano continuamente alla proiezione di filmati propagandistici, con teste mozzate, uccisioni e esplosioni di bombe suicide. Un padre di famiglia, Karim, racconta di come venissero presi anche bambini di 12 anni, istruiti dall'ISIS per periodi di 40 giorni e poi mandati in zona di guerra, dove molti perdevano la vita combattendo. L'unica maniera per tenere al sicuro i propri figli era non lasciarli andare a scuola.

Aule temporanee a Jad'ah

Save the children ha approntato delle aule temporanee ne l campo di Jad'ah. Qui vivono più di 1000 famiglie ed è fondamentale dare la possibilità ai bambini di ricominciare ad imparare, sostiene il direttore di Save the children Maurizio Crivellaro, che aggiunge anche che è essenziale riportarli in un ambiente scolastico sicuro e positivo, perché possano nuovamente avere speranza per il futuro.

I migliori video del giorno

Le reazioni dei bambini sfollati sono quasi sempre positive, addirittura entusiastiche. Ancora Crivellaro sostiene che questo è solo un primo passo e che dopo un breve periodo di lezioni di reinserimento, sarà necessaria una valutazione ed una successiva assegnazione a scuole formali come disposto dal locale Dipartimento dell'Educazione.