"Quanta fretta ma dove corri dove vai...", parole della canzone di Edoardo Bennato che descrivono al meglio il fatto successo l'11 febbraio all'ospedale [VIDEO] Manzoni di Lecco. Protagonista un uomo che ha deciso di raggiungere l'uscita dell'ospedale mediante le gradinate: nulla di strano, i gradini sono fatti per salire, ma non sicuramente con l'auto.

Auto si reca in ospedale percorrendo le scale

E' successo il 11 febbraio a Lecco, precisamente all'ospedale Manzoni, quando un signore con una macchina di colore scuro ha tentato, riuscendoci, di salire in un modo originale la gradinata che porta ai piani superiori dell'ospedale [VIDEO].

Per il conducente sembrava quasi una manovra normale, non tanto normale invece per chi dal condominio di fronte è riuscito a riprendere le manovre, realizzando un video che sta girando sul web ed è diventato ormai virale in tutti i social. La Polizia ha ovviamente iniziato le indagini per scoprire l'identità del conducente e grazie a questo video e alle varie telecamere di sicurezza presenti nella zona è stato abbastanza facile e veloce trovare il guidatore folle.

Il fatto che ha preoccupato maggiormente la squadra di Polizia è stato che il tutto si è svolto alla luce del sole, nessuna preoccupazione per i passanti, che sbalorditi guardavano l'auto che piano piano saliva i gradini. E' forse per questo che gli agenti hanno pensato inizialmente che a commettere questa manovra fuori dal comune fosse l'opera di un soggetto sotto l'effetto di alcool o droga.

Ma il personaggio non lo era affatto, semplicemente non riusciva a trovare l'uscita.

Il conducente è un fornitore dell'ospedale che ha trovato i cancelli carrai chiusi

Il protagonista della vicenda è stato individuato il giorno dopo: si tratta di un fornitore esterno dell'azienda socio-sanitaria che si trova in via dell'Eremo, che essendo autorizzato poteva circolare all'interno dell'ospedale. Non era quindi un soggetto confuso, ma sicuramente, dovuto anche all'età non più giovane, un semplice sprovveduto che non trovando l'uscita ha optato per un'altra soluzione: la gradinata. Come spiega il direttore generale Angelo Manfredi, il fornitore trovando i cancelli carrai chiusi, dopo aver girato un po' in cerca dell'uscita, si è trovato davanti la gradinata che ha deciso in un secondo di scendere. Purtroppo alla fine dei gradini si è trovato davanti un altro ostacolo, dei paletti in cemento, che lo hanno costretto a fare retromarcia e risalire ancora su per le scale. Insomma questo fornitore doveva rientrare in azienda in un modo o in un altro, ha scelto le scale. #Cronaca Lecco #Lecco cronaca