Era stata contattata da una facoltosa famiglia per dare ripetizioni al figlio quindicenne. La madre dell'adolescente conosceva Natalya Nikandrova e si fidava della donna. Nel giro di poco tempo le lezioni dell'insegnante sono diventate sempre più bollenti. La storia della trentacinquenne di San Pietroburgo sembra la trama di uno dei film trash all'italiana degli anni '70 con protagoniste Edwige Fenech e Gloria Guida. Nella circostanza il finale è stato tutt'altro che piacevole per l'avvenente bionda.

La donna rischia una condanna a quattro anni di carcere per aver fatto sesso con un minore di anni sedici. A sorprendere la docente in atteggiamenti inequivocabili è stata l'amica che le aveva chiesto aiuto per migliorare la preparazione scolastica del figlio. La madre del quindicenne aveva accettato con entusiasmo di ospitare la professoressa.

Natalya ha sedotto il quindicenne

Tra i due c'era un buon feeling e, soprattutto, la donna era sicura che la trentacinquenne avrebbe svolto il suo compito con estrema professionalità.

In Russia la notizia ha fatto scalpore anche perché il giovane studente è figlio di una famiglia facoltosa (il padre è un magnate del petrolio). Il giovane studente non ha mai nascosto la sua passione per le belle donne come si evince dal suo profilo social. Secondo quanto riferito dai media russi la madre del quindicenne sarebbe entrata all'improvviso in camera ed avrebbe sorpreso l'amica in intimità con il figlio.

La donna ha immediatamente allertato le forze dell'ordine per denunciare l'episodio. Secondo quanto riferito dalla polizia sarebbe stata l'insegnante a sedurre l'allievo durante la lezione che si sarebbe conclusa con un rapporto sessuale.

Rischia quattro anni di carcere

Ora Natalya dovrà rispondere della pesante accusa davanti ai giudici del tribunale distrettuale di Mosca. La notizia ha fatto il giro del web ed ha provocato la reazione indignata di alcune mamme che hanno rivolto pesanti invettive alla professoressa.

Non mancano anche le 'voci fuori dal coro' con alcuni studenti che hanno affermato di aver invidiato il quindicenne e che sognano di aver un insegnante come la Nikandrova. Da sottolineare che su Twitter in tanti rimpiangono di non aver avuto un'istruttrice così audace quando frequentavano le scuole superiori. Ora il momento di trasgressione potrebbe costare carissimo alla trentacinquenne che rischia quattro anni di carcere per atti sessuali con minore.

Segui la nostra pagina Facebook!