Una scossa di Terremoto pari a 3.7 gradi sulla scala Richter è stata registrata alle 01:15 dai sismografi dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Epicentro dell'evento sismico la Costa Calabra sud occidentale, mentre l'ipocentro è stato fissato a 89 km di profondità.

Area epicentrale e comuni vicini

Il sisma è stato avvertito distintamente nella provincia di Vibo Valentia, in particolare a Ricadi, Joppolo, Spilinga, Tropea, Drapia e Nicotera. Tuttavia, dalle verifiche effettuate dai Vigili del Fuoco e Protezione Civile, nessun danno sarebbe stato rilevato a persone o cose.

Le città più vicine all'epicentro, in un raggio di 100 km, con almeno 50.000 abitanti sono Messina (46 km), Reggio di Calabria (53 km), Lamezia Terme (68 km), Catanzaro (84 km) e Cosenza (91 km).

Il 14 luglio la scossa più intensa

Lo scorso 14 luglio, una scossa di magnitudo 4.3 Richter aveva fatto tremare la stessa area [VIDEO], con epicentro poco più a nord. Erano stati coinvolti i comuni di Tropea, Ricadi, Drapia, Parghelia, Spilinga, Zaccanopoli, Joppolo, Zungri e Zambrone. Anche in quel caso, nonostante qualche attimo di apprensione, nessun danno era stato registrato su persone o cose.

Nell'ultima settimana tre scosse superiori a magnitudo 3

Sono 3 le scosse di magnitudo uguale o superiore a tre che nell'ultima settimana hanno interessato la penisola. Lunedì 23 luglio, alle 18:28, l'Ingv dava notizia di un evento sismico con epicentro Accumoli (RI), nel Reatino e ipocentro a 10 km di profondità. L'area interessata comprendeva anche i comuni di Arquata del Tronto (AP), Amatrice (RI), Norcia (PG), Cittareale (RI), Montegallo (AP), Acquasanta Terme, Cascia (PG) e Castelsantangelo sul Nera (MC).

Mercoledì 25 luglio, l'azione tellurica interessava L'Aquila [VIDEO], con magnitudo 3.0 Richter e ipocentro a 11 km. Coinvolti i vicini comuni di Scoppito (AQ), Lucoli, Pizzoli, Tornimparte. L'ultima, in ordine di tempo, quella di oggi di 3.7 Richter. Nonostante ciò, in nessun caso sono stati segnalati danni fisici o materiali.

Negli ultimi 30 giorni quindici scosse superiori a magnitudo tre

Sale a 15, invece, il numero di scosse registrate nella penisola superiori a 3.0 Richter. La più forte, al momento, rimane quella di 4.3 avvenuta nella Costa Calabra sud occidentale, sabato 14 luglio. Secondo la scienza, il terremoto è un fenomeno naturale imprevedibile ed è impossibile effettuare alcuna previsione.