Una scossa di Terremoto pari a 3.7 gradi sulla scala Richter è stata registrata alle 01:15 dai sismografi dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Epicentro dell'evento sismico la Costa Calabra sud occidentale, mentre l'ipocentro è stato fissato a 89 km di profondità.

Area epicentrale e comuni vicini

Il sisma è stato avvertito distintamente nella provincia di Vibo Valentia, in particolare a Ricadi, Joppolo, Spilinga, Tropea, Drapia e Nicotera. Tuttavia, dalle verifiche effettuate dai Vigili del Fuoco e Protezione Civile, nessun danno sarebbe stato rilevato a persone o cose.

Pubblicità

Le città più vicine all'epicentro, in un raggio di 100 km, con almeno 50.000 abitanti sono Messina (46 km), Reggio di Calabria (53 km), Lamezia Terme (68 km), Catanzaro (84 km) e Cosenza (91 km).

Il 14 luglio la scossa più intensa

Lo scorso 14 luglio, una scossa di magnitudo 4.3 Richter aveva fatto tremare la stessa area, con epicentro poco più a nord. Erano stati coinvolti i comuni di Tropea, Ricadi, Drapia, Parghelia, Spilinga, Zaccanopoli, Joppolo, Zungri e Zambrone. Anche in quel caso, nonostante qualche attimo di apprensione, nessun danno era stato registrato su persone o cose.

Nell'ultima settimana tre scosse superiori a magnitudo 3

Sono 3 le scosse di magnitudo uguale o superiore a tre che nell'ultima settimana hanno interessato la penisola. Lunedì 23 luglio, alle 18:28, l'Ingv dava notizia di un evento sismico con epicentro Accumoli (RI), nel Reatino e ipocentro a 10 km di profondità. L'area interessata comprendeva anche i comuni di Arquata del Tronto (AP), Amatrice (RI), Norcia (PG), Cittareale (RI), Montegallo (AP), Acquasanta Terme, Cascia (PG) e Castelsantangelo sul Nera (MC).

Pubblicità

Mercoledì 25 luglio, l'azione tellurica interessava L'Aquila, con magnitudo 3.0 Richter e ipocentro a 11 km. Coinvolti i vicini comuni di Scoppito (AQ), Lucoli, Pizzoli, Tornimparte. L'ultima, in ordine di tempo, quella di oggi di 3.7 Richter. Nonostante ciò, in nessun caso sono stati segnalati danni fisici o materiali.

Negli ultimi 30 giorni quindici scosse superiori a magnitudo tre

Sale a 15, invece, il numero di scosse registrate nella penisola superiori a 3.0 Richter. La più forte, al momento, rimane quella di 4.3 avvenuta nella Costa Calabra sud occidentale, sabato 14 luglio.

Secondo la scienza, il terremoto è un fenomeno naturale imprevedibile ed è impossibile effettuare alcuna previsione.