Ennesima tragedia della strada [VIDEO] nel brindisino. Ancora una volta il capoluogo di provincia adriatico piange un'altra giovane vittima. Questa volta a perdere la vita è Matteo Machì, un giovane di 21 anni originario di Brindisi. La Mini Cooper sulla quale viaggiava con altri due amici si è ribaltata improvvisamente su un cavalcavia, senza lasciargli scampo. L'episodio è avvenuto sulla strada che collega Brindisi alla frazione di Tuturano.

La dinamica

Erano da poco passate le 3 di questa notte quando, per cause ancora in corso di accertamento, l'auto sulla quale viaggiava Machì, condotta da un suo amico, si è capovolta sul cavalcavia all'altezza del quartiere Bozzano.

La Mini ha terminato la sua corsa finendo di traverso sulla carreggiata, fortunatamente non sono rimasti coinvolti altri veicoli. Immediatamente sul posto sono giunte diverse ambulanze del 118, i Vigili del Fuoco e i Carabinieri di Brindisi, che hanno effettuato i rilievi del caso.

Secondo quanto si apprende dalla stampa locale, in particolare Brindisi Report, il ragazzo era seduto sui sedili posteriori della vettura. Il suo corpo è così rimasto incastrato tra le lamiere del mezzo, senza lasciargli possibilità di salvezza. I pompieri hanno estratto il corpo dal groviglio di lamiere, ma per il ragazzo non c'era già più nulla da fare: i sanitari non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. Con lui viaggiavano altri due amici, rispettivamente di 22 e 23 anni. Questi ultimi, estratti anch'essi dal mezzo, sono stati trasportati presso l'ospedale "Antonio Perrino" di Brindisi e non correrebbero pericolo di vita.

Sotto shock familiari e amici

La notizia della morte del giovane [VIDEO] ha fatto subito il giro della città e del quartiere Casale, dove abita la sua famiglia. Sotto shock amici e parenti. Il padre sembra abbia appreso la notizia nella prima mattinata di oggi, lo stesso è attualmente all'estero per motivi di lavoro: giungerà probabilmente nelle prossime ore nel capoluogo di provincia adriatico. Della vicenda è stato informato il pm di turno che, probabilmente già nella giornata di oggi, disporrà la restituzione della salma ai familiari per svolgere i funerali del ragazzo. Intanto il conducente della vettura è stato sottoposto agli esami tossicologici, per capire se si fosse messo alla guida sotto l'effetto di alcool o di stupefacenti. I risultati sono attesi per le prossime ore, e saranno comunicati dai medici del nosocomio brindisino.