Jair Bolsonaro, fra i candidati per le prossime elezioni presidenziali in Brasile, è stato accoltellato. L'aggressione si è verificata mentre l'uomo stava presenziando ad un comizio nello Stato del Minas Gerais. Il comizio del politico si stava tenendo precisamente a Juiz de Fora e le prime indiscrezioni della stampa brasiliana rivelano che l'uomo pare si trovasse sulle spalle di alcuni sostenitori quando è stato accoltellato, così come dimostra il video al vaglio delle autorità che avrebbero trovato il possibile colpevole dell'aggressione.

Bolsonaro preso di mira dai politici rivali

Il candidato Bolsonaro non si è di certo fatto benvolere nel corso della sua campagna elettorale, nella quale ha adottato una strategia dura e decisa, mettendosi contro diversi politici dei partiti rivali.

In Brasile lo chiamano “il Trump brasiliano” che, a breve, avrebbe potuto vincere le presidenziali, soprattutto dopo che l'ex presidente Lula Da Silva, che sta scontando una condanna a 12 anni di reclusione per corruzione e riciclaggio rimanendo comunque primo nei sondaggi per la consultazione del mese prossimo, è stato giudicato incandidabile dal Tribunale Supremo Elettorale.

Ad onor di cronaca, quello che molti considerano il favorito alle prossime elezioni [VIDEO], ha ricevuto prontamente i soccorsi ed è stato portato subito all'ospedale dove i medici hanno deciso di operarlo d'urgenza. Stando al parere dei medici del nosocomio, ci vorranno almeno una settimana di ricovero e tre di convalescenza che impediranno al candidato dell'estrema destra brasiliana di proseguire la sua campagna elettorale come leader del Partito Social-Liberale.

Un indagato per l'accoltellamento di Bolsonaro

Nelle ultime ore, stanno girando diverse immagini di Bolsonaro e dell'aggressione. Un video amatoriale [VIDEO] nel quale si vede il politico disteso a terra, in preda al dolore, con i suoi sostenitori che per primi l'hanno soccorso portandolo in ospedale con un'auto privata. Le autorità hanno confermato che per l'accoltellamento di Bolsonaro è stato fermato un 40enne (Adelio Bispo de Oliveira) che la polizia ritiene essere il principale sospettato per l'aggressione ai danni del candidato politico. I presenti hanno raccontato che l'uomo è stato subito fermato dai sostenitori di Bolsonaro che l'hanno portato in un luogo nel quale non potesse scappare, aspettando ovviamente gli agenti della polizia. Il sospettato è stato sentito e, stando a quanto è emerso, pare che abbia diversi problemi psichici. Si attendono conferme nelle prossime ore, sperando che Bolsonaro si riprenda il prima possibile.