Un'altra bruttissima notizia giunge, ancora una volta, dalla provincia di Napoli, precisamente dal noto comune di Giugliano, e riguarda il decesso improvviso di una giovane persona. L'episodio che si è verificato nei giorni scorsi ha come vittima un uomo di appena quarantuno anni, Antonio Festa. La sua è stata una morte che ha causato un grandissimo dolore tra i suoi familiari, amici e tra tutti coloro i quali lo conoscevano nella comunità nella quale viveva.

Secondo quanto riferiscono i media locali, in particolare il sito Internapoli.it, infatti, l'uomo ha perso la vita a causa di un malore improvviso: un'emorragia cerebrale con la quale ha combattuto per diverse ore prima di arrendersi inesorabilmente. Il quarantunenne era molto conosciuto nella città di Napoli, come testimoniano i tantissimi messaggi emersi a seguito della sua scomparsa sui social network.

Tragedia a Napoli: quarantunenne perde la vita, lascia moglie e 6 figli

Stando a quanto si apprende dal sito Corrierece.it, infatti, Antonio Festa sarebbe stato colpito da una grave emorragia cerebrale e da diversi giorni era in coma. In tanti speravano in un miracolo e in una sua ripresa, tant'è vero che quando si era diffusa la notizia delle sue condizioni di salute precarie, più volte erano state chieste preghiere affinché riuscisse a guarire: purtroppo, invece, per lui e la sua famiglia è stato riservato un destino crudele.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

L'uomo lascia sua moglie Valentina e ben sei figli: il più grande era appena un adolescente, che aveva sedici anni, mentre la più piccolina aveva soltanto due anni di età. Adesso la donna dovrà, quindi, così come tutta la sua famiglia, cercare di superare questa gravissima tragedia e di andare avanti soprattutto per il bene dei sei figli.

Un episodio molto simile accaduto nei giorni scorsi a Caserta

Un decesso molto simile, avvenuto a causa di un'emorragia intestinale, si è verificato qualche giorno fa nella provincia di Caserta, precisamente nel piccolo comune di Aversa, dove Pasquale Aversano, di appena quaranta anni, è morto dopo aver ingerito una bustina del farmaco Aulin che avrebbe causato il malore.

La vittima è stata ritrovata senza vita all'interno della sua abitazione, ancora sul letto nel quale stava riposando, dopo che la fidanzata e la sorella avevano lanciato l'allarme visto che l'uomo non rispondeva più al telefono e non si avevano da ore sue tracce.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto