Un episodio tanto inquietante quanto grave quello che si è verificato a Roma e che riguarda purtroppo un caso di abusi su minori. La vicenda, in una Scuola della capitale, dove un collaboratore scolastico dell'istituto comprensivo "Nelson Mandela", un uomo di 65 anni (altre fonti riportano 66 anni), è finito nelle scorse ore agli arresti domiciliari con l'accusa di aver abusato sessualmente di alcune alunne, non appena gli si presentava l'opportunità.

Infatti, le violenze avvenivano principalmente durante la pausa delle lezioni. Secondo quanto riferisce il quotidiano Il Messaggero, infatti, sono stati i carabinieri a notificare un'ordinanza di custodia cautelare per l'uomo. Le vittime sarebbero più di una, si parla di almeno nove bambine di età compresa tra i cinque e i tredici anni, tant'è che le piccole alunne della scuola lo avrebbero definito come il "mostro delle femmine".

Orrore a Roma: arrestato un bidello perché stuprava ragazzine tra i 5 e i 13 anni

I casi accertati, stando a quanto riferisce il quotidiano in questione, sarebbero nove. Gli episodi sarebbero avvenuti tra il mese di maggio e quello di novembre. A far uscire fuori la terribile vicenda è stata proprio una delle bambine molestate, che ha cominciato a mostrare dei segni di sofferenza psicologica e per questa ragione è finita in ospedale al Bambin Gesù.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera Scuola

Dopo la segnalazione, quindi, è partita una serie di testimonianze delle altre ragazzine che hanno raccontato vari dettagli, ritenuti attendibili dagli addetti ai lavori. Grazie a tutto ciò è stato possibile far scattare l'arresto per il sessantacinquenne. In particolare, il collaboratore scolastico avrebbe palpeggiato per più volte nelle parti intime le bambine tra una pausa e l'altra dalle lezioni. L'uomo, quindi, adesso si trova rinchiuso nella propria abitazione agli arresti domiciliari e resta a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

Un'altra tentata violenza sessuale in provincia di Grosseto

Un'altra vicenda di violenza sessuale si è verificata in provincia di Grosseto qualche settimana fa, dove una giovane donna di 25 anni, mentre si stava recando a lavoro, è stata avvicinata da due uomini di origine straniera che avrebbero tentato di stuprarla. Fortunatamente, però, la venticinquenne è riuscita a fuggire e a svincolarsi dai due malviventi sui quali si sono messi subito alla ricerca le forze dell'ordine.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto