Un treno Frecciarossa, questa mattina, è stato soppresso perché i macchinisti erano ubriachi. L'incredibile vicenda è accaduta a Brescia: i 67 passeggeri del convoglio ad alta velocità numero 9604 di Trenitalia in partenza alle ore 5:17 e diretto a Napoli (dove l'arrivo era previsto alle ore 10:32) dunque, non sono potuti salire in carrozza e sono stati trasferiti alla stazione di Milano Centrale. Trenitalia ha annunciato, in una nota, che adotterà seri provvedimenti nei confronti dei due dipendenti.

Pubblicità
Pubblicità

Corsa soppressa

Stamattina, domenica 28 aprile, i passeggeri del treno Frecciarossa 9604 diretto a Napoli Centrale (e con fermate intermedie presso le stazioni di Milano, Reggio Emilia e Roma) attendevano sulla banchina della stazione ferroviaria di Brescia che il convoglio,già pronto al binario, aprisse le porte. Invece, con loro grande sorpresa, hanno appreso che la loro corsa era stata soppressa in quanto i due macchinisti erano stati trovati in stato d'ebbrezza.

Ad accorgersi che qualcosa non andava è stato il capotreno che ha effettuato la segnalazione alle autorità competenti.

Pubblicità

Così, sono arrivati la Polfer e la Polstrada che hanno provveduto ad accertare mediante etilometro il tasso alcolemico dei due dipendenti Trenitalia. Uno dei macchinisti è risultato positivo all'alcoltest, mentre l'altro ha rifiutato di sottoporsi subito al controllo e ha richiesto l'intervento del personale del 118.

I passeggeri, nel frattempo, sono stai fatti salire su un altro regionale che li ha trasferiti presso la stazione di Milano Centrale, da dove, seppur in ritardo, hanno potuto proseguire il loro viaggio su un altro Frecciarossa.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera Pubblica Amministrazione

La reazione di Trenitalia

Trenitalia, in una nota, ha spiegato che dopo aver accertato la non idoneità del personale predisposto alla conduzione del convoglio ha deciso la soppressione del Frecciarossa numero 9604 per Napoli Centrale. L'azienda di trasporto ha, inoltre, precisato che si riserverà di adottare, nei confronti dei macchinisti, i provvedimenti del caso; nei prossimi giorni, quindi, s'impegnerà a verificare se i conducenti hanno violato, con il loro comportamento, qualche obbligo contrattuale o se non hanno rispettato la deontologia professionale.

Nella stessa nota, Trenitalia, oltre a scusarsi con i propri clienti per il disagio causato ha voluto sottolineare che, prima di oggi, non era mai accaduto un episodio simile. L'Azienda, infatti, nel corso degli ultimi anni, ha predisposto un sistema di controlli particolarmente stringente ed articolato per garantire non solo la sicurezza dell'esercizio, ma anche quella dei propri passeggeri. Questo sistema di controlli, che in questa occasione si è dimostrato pienamente efficace, prevede anche che l'equipaggio sia sottoposto a degli accertamenti di tipo preventivo, a sorpresa.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto