Non c'è stato neanche bisogno dell'intervento della sicurezza perché Papa Francesco ha fatto tutto da solo. Ha risolto il problema che gli è capitato persino utilizzando le mani, sia pure in forma lieve. E' un Bergoglio in versione inconsueta, come mai si era visto finora, quello apparso nella notte di Capodanno a piazza San Pietro a Roma.

Tutta colpa di una fedele troppo entusiasta che lo ha strattonato afferrandogli un braccio. La donna gli ha fatto perdere la pazienza al punto che Francesco le ha dato due buffetti su una mano.

La scena ha fatto il giro del mondo suscitando reazioni contrastanti. In sua difesa, ammesso che ne abbia bisogno, si è schierato il caustico cririco d'arte Vittorio Sgarbi.

Il papa strattonato si infuria e reagisce, poi si scusa

Martedì sera in piazza San Pietro le telecamere hanno immortalato un episodio singolare di cui si è reso, suo malgrado, protagonista Jorge Mario Bergoglio, vescovo di Roma e 266esimo Papa della Chiesa Cattolica. Nella storia del suo pontificato giunto al sesto anno, c'è solo un precedente simile.

Il pontefice aveva celebrato il Te Deum nella basilica vaticana ed era andato in piazza San Pietro per salutare i fedeli e ammirare il presepe arrivato dal Trentino. Tra la folla che oltre le transenne lo acclamava calorosamente, si è distinta una fedele di origini asiatiche. La donna ha tirato a sé con forza il Papa argentino che lo scorso 17 dicembre ha compiuto 83 anni. Bergoglio, oltre a divincolarsi dalla stretta ammonendola con un rimbrotto vocale, le ha inferto due colpetti sulla mano che l'aveva strattonato.

Una condotta umanissima, ben al di là dei precetti evangelici e dello spirito cristiano. Poi, le ha voltato le spalle proseguendo la sua camminata ma con un'espressione mutata, non più sorridente: risentita e dispiaciuta insieme. L'accaduto e la reazione del pontefice non sono sfuggiti ai telespettatori, anche se la regia ha poi staccato sull'inquadratura della piazza. Un precedente simile era avvenuto nel 2016 quando il Papa si trovava in Messico: rischiò di cadere perché fu strattonato da un ragazzo, anche lui troppo entusiasta.

Per rimanere in piedi, finì addosso a un giovane disabile. In quella circostanza, rimproverò energicamente il fedele invitandolo a non comportarsi da egoista.

Come da tradizione, ieri 1 gennaio, Francesco dal balcone di piazza San Pietro ha celebrato il primo Angelus del 2020. Ha parlato della pazienza dell'amore. Ha detto: "L'amore ci fa pazienti", per poi aggiungere che la pazienza spesso si perde. E ha citato se stesso, facendo ammenda per l'episodio della notte di San Silvestro: "Chiedo scusa del cattivo esempio di ieri", ha dichiarato per poi parlare di Gesù Bambino e della Natività.

Papa, ironia social ma Sgarbi lo difende

Sull'episodio che ha segnato in modo inaspettato l'avvio del 2020, si è scatenato il Web con una ridda di commenti ironici, ma anche critici verso il Papa argentino troppo 'insofferente' e reattivo. C'è chi ha sintetizzato l'accaduto via Twitter così: "Da Urbi et Orbi a botte da orbi, il passo è breve".

E chi, parafrasando una celebre frase di Giovanni XXII, l'indimenticato 'Papa buono', ha scritto: "Ai vostri cari, ai vostri bambini, quando tornate a casa date loro una sberla e dite: 'Questa te la manda il Papa'". Un utente ha postato una foto del momento cruciale con la didascalia a contrasto: "Scambiamoci un segno di pace". Un altro ha ironizzato: "Tu porgi l'altra guancia, oppure io porgo l'altra mano?". C'è chi ha chiesto: "Ma alla fine è riuscita a scippargli l'anello?" Qualcuno ha scritto che il Papa non è una rockstar e bisogna avere rispetto per lui.

Tra coloro che difendono Bergoglio, c'è un personaggio celebre che, per sua stessa ammissione, di pazienza ne perde tanta e spesso: Vittorio Sgarbi.

Il critico d'arte in un tweet difende ironicamente Bergoglio: "Anche il Papa, come Sgarbi, ha i suoi 5 minuti. P.S. I miei, a dire il vero, sono anche più di 5". Eppure, in una delle sue tante sue provocazioni, all'indomani delle elezioni europee dello scorso maggio, ospite del talk show Matrix di Nicola Porro, Sgarbi aveva indicato nel Vaticano il vero sconfitto per via dell'atteggiamento ostile avuto da Papa Bergoglio verso Matteo Salvini, capo della Lega. Aveva persino definito "ateo" Francesco. Ora però, di fronte a una reazione molto umana di Bergoglio, il sindaco di Sutri è dalla sua parte.

Salvini fa la parodia del Papa

Il leader della Lega, complice la fidanzata Francesca Verdini, ha diffuso sul social TikTok un video che già sta scatenando polemiche. Nella sequenza di pochi secondi girata in montagna, Salvini fa la parodia del Papa. La fidanzato lo prende per un braccio e lui reagisce. Sembra voglia schiaffeggiarla, e invece le dà un paio di carezze "Strattonato da fan agitata, una carezza", il commento postato da Salvini, con aggiunto il simbolo di un cuore.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la pagina Matteo Salvini
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!