Le parole di Andrea Bocelli al senato hanno sollevato diverse polemiche sui social e tra le tante critiche è spiccata quella di Fedez. Il tenore aveva dubitato della gravità dell'emergenza sanitaria, non conoscendo nessuno in terapia intensiva. Il rapper gli ha risposto che un suo amico di 18 anni ha dovuto subire un trapianto a causa della Covid-19.

Bocelli al senato: 'Non conoscevo nessuno in terapia intensiva'

Il cantante Andrea Bocelli è stato preso di mira sui social per alcune affermazioni durante il suo discorso in senato. Il tenore pisano si è mostrato perplesso di fronte alla gravità dell'emergenza sanitaria, dichiarando di aver violato deliberatamente il lockdown, poiché gli sembrava giusto.

Bocelli ha anche aggiunto: "Non conoscevo nessuno in terapia intensiva", considerando quindi esagerate le misure restrittive adottate da parte del Governo. Le parole del cantante hanno scosso l'opinione pubblica, sia per il loro significato e sia perché Bocelli era considerato da molti uno dei simboli per la lotta contro il coronavirus.

Durante il lockdown, infatti, l'artista pisano ha cantato davanti al Duomo di Milano in una piazza completamente vuota e la sua associazione ha dotato gli ospedali delle attrezzature necessarie. Inoltre, il tenore è stato colpito dal virus, anche se in maniera non grave. L'incoerenza è uno dei motivi che hanno sollevato le critiche di chi aveva un'idea diversa di Andrea Bocelli e si è sentito deluso dal suo discorso al senato.

Fedez ha criticato le parole del tenore pisano

Fedez ha risposto alle parole del cantante con durezza e rabbia, esprimendo in due tweet tutta la sua disapprovazione. "Vi presento un mio amico che ha dovuto subire un trapianto di polmoni a 18 anni" ha scritto il rapper a chi considera fantascienza la pandemia.

Il marito di Chiara Ferragni ha rincarato la dose affermando: "Fare silenzio ogni tanto non fa mai male". Le parole di Fedez son postate accompagnate da una foto che lo ritrae accanto all'amico diciottenne che ha dovuto lottare contro il coronavirus.

Il riferimento a Bocelli è chiaro, poiché poco prima il cantante aveva motivato il suo scetticismo dicendo che nessuno dei suoi amici era finito in terapia intensiva e dichiarando di "Avere spesso dubbi sulla pandemia".

Andrea Bocelli ha dichiarato di essere stato frainteso e non essere un negazionista

Dopo le numerose polemiche, il cantante ha affermato di essere stato frainteso e di non essere un "negazionista", ma di aver espresso la sua opinione in merito alle misure restrittive adottate dal governo. "Sono un ottimista e riparto da qui con una preghiera" ha concluso il tenore.

Segui la pagina Fedez
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!