Un uomo di 49 anni è stato ucciso intorno alle ore 7 di questa mattina 31 luglio a Cerignola, in provincia di Foggia.

Secondo quanto riferiscono i media locali e nazionali, l'uomo era appena uscito dalla propria abitazione e si trovava in sella al suo scooter per raggiungere il posto di lavoro, quando è stato raggiunto da una raffica di proiettili. Chi ha sparato, secondo gli investigatori, avrebbe esploso almeno 11 colpi, otto dei quali lo hanno ferito al torace, mentre gli altri tre alla schiena. Sul caso sono ancora in corso i relativi accertamenti da parte dei carabinieri della locale stazione.

Effettuate sei prove stub su alcune persone

Il delitto è avvenuto in via Urbe, nel quartiere Torricelli di Cerignola. Sul luogo del fatto di cronaca si sono recate subito le forze dell'ordine, che hanno proceduto a effettuare tutti i rilievi del caso. Il 49enne non risulta essere una persona collegata alla criminalità organizzata, anche se negli anni passati è stato accusato di reati contro il patrimonio e contro la persona. Il 49enne, sempre secondo quanto fanno sapere gli inquirenti, sarebbe stato colpito da proiettili partiti da armi da fuoco di diverso calibro. La dinamica farebbe pensare che la vittima non avesse nessun appuntamento con i sicari, i quali lo avrebbero colpito da distanza ravvicinata.

A dare l'allarme di quanto successo è stato un residente della zona che ha udito gli spari.

Già nella mattinata di questo 31 luglio sono stati effettuati sei esami stub su alcune persone, questo per cercare di risalire agli autori dell'agguato. Non è escluso che già nelle prossime ore possano conoscersi ulteriori dettagli sulla vicenda.

I carabinieri stanno procedendo infatti a visionare i filmati ripresi dalle telecamere installate nella zona, da cui potrebbero emergere particolari importanti sull'azione delittuosa. Al momento non si sa se ad agire sia stato uno o più individui e anche il movente del delitto resta tutto da appurare.

Nel 2014 il 49enne era finito in carcere

Foggia Today informa che il 49enne ucciso questa mattina a Cerignola nel 2014 fu arrestato nell'ambito del blitz "Prometeo" che portò al fermo di dieci persone. Le indagini degli inquirenti si concentrarono su alcuni furti e rapine commessi a danno di automobilisti e autotrasportatori.

Quanto accaduto a Cerignola non è il primo episodio del genere che si verifica nella cittadina foggiana negli ultimi mesi. Il 6 giugno scorso, nei pressi del commissariato di Polizia, alcune persone spararono diversi colpi d'arma da fuoco nei confronti di un uomo, che rimase illeso.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!