Un sacerdote di 51 anni, don Roberto Malgesini, è stato ucciso a coltellate nella mattina del 15 settembre vicino piazza San Rocco a Como. L'autore del delitto sarebbe un cittadino straniero che poco dopo si è costituito ai carabinieri della locale stazione. Al momento non è chiara la dinamica dell'accaduto, ma alcuni testimoni avrebbero riferito agli inquirenti di aver sentito una lite tra i due. Il sacerdote si stava recando in chiesa per aprire ai fedeli l'edificio religioso. Il fatto si è verificato intorno alle ore 7 del mattino.

Sul posto sono giunti i soccorsi

Sul luogo del fatto di cronaca sono giunti immediatamente i soccorsi, in particolare un'ambulanza del 118 e un'auto medica.

I sanitari hanno cercato in tutti i modi di rianimare la vittima, ma per il sacerdote ormai non c'era più nulla da fare. Quando i medici sono arrivati sul posto, il 51enne era steso a terra ormai privo di vita. Il religioso aveva ferite piuttosto gravi provocate appunto dal coltello, arma con la quale il presunto omicida lo ha colpito. Poco dopo sulla scena del crimine sono arrivati i carabinieri di Como che hanno proceduto ad effettuare i rilievi del caso. Sono stati proprio i militari dell'Arma a ritrovare poco distante il coltello con il quale è stato colpito don Malgesini. Sul posto si è recato anche il magistrato di turno presso la Procura della Repubblica, così come il vescovo di Como, monsignor Oscar Cantoni.

Sul caso stanno ancora indagando gli inquirenti e non è escluso che nelle prossime ore, o al massimo nei prossimi giorni, si possano conoscere ulteriori particolari su quanto accaduto questa mattina nel capoluogo di provincia lombardo. La vittima sarebbe stata colpita con un fendente che si è poi rivelato fatale.

La notizia si è subito diffusa in città.

Questa sera il Santo Rosario in duomo

La diocesi di Como, tramite monsignor Cantoni, ha fatto sapere che questa sera il vescovo guiderà il Santo Rosario all'interno dell'edificio religioso. "Di fronte alla tragedia la Chiesa di Como si stringe in preghiera per il suo prete don Roberto e per chi lo ha colpito a morte", questa è la nota che poco fa ha diramato la locale diocesi circa il delitto di don Roberto Malgesini.

Il sacerdote era molto noto in città in quanto impegnato in prima linea nell'assistenza dei senzatetto e dei richiedenti asilo in difficoltà. Quanto accaduto stamane in piazza San Rocco ha fatto tornare alla mente l'omicidio di don Renzo Beretta. Anche in quest'ultimo caso il sacerdote, che guidava la chiesa di Ponte Chiasso, si impegnava molto a favore dei richiedenti asilo che venivano respinti dalla Svizzera. La frontiera con il paese transalpino è infatti molto vicina alla città di Como.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!