Con l'ordinanza firmata ieri dal presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, è ritornato l'obbligo della mascherina su tutto il territorio regionale. Un provvedimento che, secondo il governatore campano, si è reso necessario visto l'incremento dei casi di coronavirus nella regione dell'ultimo periodo. L'ordinanza è entrata in vigore nella giornata di giovedì 24 settembre e durerà fino a domenica 4 ottobre, fatto salvo il prolungamento o l'adozione di nuovi provvedimenti. Nel frattempo, però, con l'ordinanza firmata da De Luca, sono state prese anche altre decisioni che riguardano in particolare la stretta sulla movida e sulle attività commerciali.

Sono previsti, infatti, nuovi obblighi anche per i negozianti e per coloro i quali lavorano negli uffici pubblici.

Le novità della nuova ordinanza firmata giovedì 24 settembre sul coronavirus

In particolare, come sempre è previsto l'obbligo di misurare la temperatura di tutti i soggetti che fanno il loro ingresso all'interno dei negozi e dei locali, così come l'igienizzazione delle mani. Nel caso in cui la temperatura dovesse essere superiore ai 37,5 gradi dovrà essere vietato l'ingresso. Ma l'ordinanza introduce anche l'obbligo, per quanto riguarda le persone ai tavoli nel locali, l'identificazione di almeno uno dei soggetti del tavolo o dell'intero gruppo. Di conseguenza dovrà essere esibito un documento di identità idoneo.

Questo per individuare tempestivamente eventuali casi ed evitare il più possibile la dispersione dei contagiati da Coronavirus, rilasciando magari generalità false come è già capitato.

De Luca: 'Dobbiamo tenere dei comportamenti responsabili'

Fino al 23 settembre, vigeva l'obbligo dell'utilizzo della mascherina soltanto dalle 18:00 della sera all'esterno in quelle situazioni di assembramento e laddove non era possibile mantenere il distanziamento.

Col provvedimento del presidente della regione De Luca, invece, sarà in vigore un'ordinanza più stringente rispetto a quella nazionale. L'obbligo della mascherina rimane escluso per i bambini sotto ai sei anni. De Luca ha spiegato la necessità di questa ordinanza in quanto è necessario ripristinare dei comportamenti responsabili, a maggior ragione con l'inizio della scuola.

Questo per evitare il più possibile chiusure generalizzate.

I numeri del coronavirus di giovedì 24 settembre

Intanto, nella giornata di giovedì 24 settembre si sono verificati 1.786 nuovi casi di positività al coronavirus in tutta Italia. Soltanto in Campania se ne sono registrati 195, senza però contare decessi. I guariti nella regione campana sono 105, per un numero totale di 5.488. Le regioni col numero più alto di contagi sono state il Veneto (248), il Lazio (230) e la Lombardia (229).

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!