È costato la vita ad un uomo di 43 anni il tragico impatto avvenuto sabato sera tra tra uno scooter e un bus. L'incidente è accaduto nel comune di Quarto, centro della Città Metropolitana di Napoli. L'arrivo dei soccorsi è risultato vano e subito dopo la constatazione del decesso sono state avviate le indagini per provare a stabilire l'esatta dinamica dell'accaduto. Ma quello avvenuto vicino il capoluogo campano è solo uno dei gravi incidenti incidenti avuti nei weekend in Italia. Un uomo, nel bresciano, è finito in una scarpata, morendo carbonizzato dall'auto che ha preso fuoco.

Scooter contro bus nel napoletano

Nell'incidente di Quarto a perdere la vita è stato un uomo originario Burkina Faso. L'episodio si è verificato in Corso Italia, teatro dello scontro tra lo scooter che era condotto dalla vittima e da un pullman che percorreva la propria tratta tra Quarto e Pozzuoli. Secondo quelle che sono state le prime ricostruzioni l'uomo che era alla guida del mezzo a due ruote avrebbe perso il controllo e sarebbe finito contro il bus che viaggiava nella direzione opposta. La pioggia battente e il terreno viscido potrebbero aver giocato un ruolo fondamentale nell'evoluzione dell'accaduto.

Incidente Darfo Boario Terme: uomo muore carbonizzato

Arriva, invece, dal bresciano la notizia di un'altra tragedia maturata sulle strade italiane.

Nella notte tra sabato 23 gennaio e domenica 24 gennaio un uomo alla guida della sua autovettura è finito fuori strada finendo in una scarpata. Ill mezzo ha preso fuoco uccidendo il conducente, morto carbonizzato. Il fatto si è verificato a Darfo Boario Terme e la vittima aveva 54 anni.

L'intervento dei soccorsi ha permesso inizialmente di spegnere le fiamme che avvolgevano il veicolo, successivamente è risultata invece vana l'azione dei sanitari che non hanno potuto fare altro che constatare la morte dell'uomo che era alla guida dell'autovettura, rimasto intrappolato tra le lamiere.

L'uomo avrebbe perso il controllo sulla rampa che porta alla strada statale 42, ma gli accertamenti dei carabinieri chiariranno in maniera definitiva ciò che è accaduto.

Incidenti stradali diminuiti nel 2020

Le strade italiane continuano ad essere teatri di sangue. Il tutto nonostante sia rimasto alle spalle un 2020 che ha fatto segnare una netta diminuzione dei gravi sinistri.

Una rilevazione Istat relativa al periodo gennaio-settembre ha segnalato come, complici le restrizioni agli spostamenti determinati dalle norme anti-Covid, si è registrata una decrescita del 29,5% degli incidenti con lesioni. -32% per le persone ferite e -26,3% per le vittime entro il trentesimo giorno dagli incidenti.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!