Una grave tragedia ha colpito la squadra della Lazio: Daniel Guerini, fantasista della Primavera biancoceleste, è morto a soli 19 anni in un incidente stradale avvenuto nella serata di mercoledì 24 marzo a Roma. All’incrocio tra via Palmiro Togliatti e viale dei Romanisti, a Torrespaccata, per ragioni ancora da accertare la Smart Forfour su cui viaggiava il ragazzo insieme a due amici ha tamponato violentemente una Mercedes Classe A. Ad avere la peggio è stato il calciatore della Lazio, mentre gli altri due giovani che erano a bordo con lui sono stati trasportati all’ospedale in gravi condizioni.

Ferito anche l’uomo alla guida dell’altra vettura, anche se non in modo grave.

Le prime ricostruzioni dell’incidente in cui è deceduto il calciatore della Lazio

Dalle prime informazioni sull’incidente, pare che il 19enne sia deceduto sul colpo, tanto che i soccorritori accorsi sul posto non hanno potuto far altro che recuperare il corpo dalle lamiere. Come detto, i due amici del calciatore, di 20 e 23 anni, sono stati portati in ambulanza dal personale del 118 uno all’ospedale San Giovanni e l’altro al Policlinico di Tor Vergata. I vigili urbani che indagano sul tamponamento stanno cercando di ricostruire l’accaduto: la Smart con i tre ragazzi a bordo dopo il violento scontro si sarebbe ribaltata più volte, per finire la sua corsa sul ciglio della strada.

I filmati delle telecamere di videosorveglianza della zona, già acquisiti da chi indaga sulla vicenda, saranno utili per spiegare la dinamica dell’impatto. Anche l’autista dell’altra vettura è stato accompagnato al pronto soccorso per curare le sue lievi ferite: come da procedura, l’uomo è stato sottoposto ai test per verificare l’eventuale assunzione di alcol o sostanze stupefacenti.

Secondo quanto rivela il Corriere della Sera, la Smart non era guidata dal giocatore della Lazio, ma da uno dei suoi amici.

Il cordoglio della Lazio e dei tifosi per la scomparsa di Daniel

Guerini, romano di nascita, era tornato alla Lazio nel mese di gennaio, dopo aver giocato nella Primavera del Torino: nell’ultima gara disputata era entrato in campo nella ripresa proprio contro la sua squadra precedente.

La società biancoceleste ha voluto annunciare la scomparsa di Daniel sui social con un tweet attraverso il quale il presidente Claudio Lotito e tutti gli uomini e le donne della Lazio si sono stretti ai familiari del giovane, increduli per la notizia rivevuta e sconvolti del dolore. Tanti tifosi, anche di altre squadre come i rivali di sempre della Roma, hanno voluto manifestare il loro cordoglio con commenti e messaggi sui social. Inoltre la sua precedente squadra, il Torino, ha voluto ricordare la giovane promessa, che aveva compiuto 19 anni solamente lo scorso 21 marzo, celebrando la sua militanza nella Primavera granata. Prima di tornare a Formello, Daniel aveva giocato pure nella Fiorentina e nella Spal e ed era stato convocato nella Nazionale under 15 e in quella under 16.

Daniel non è il primo giovane della Lazio vittima di un incidente stradale

Un altro grave lutto ha colpito i settori giovanili della S.S. Lazio alcuni anni fa, quando nell’aprile 2012 un giovane calciatore di 17 anni, Mirko Fersini, è morto dopo aver passato una settimana in coma, in seguito a una brutta caduta dal suo scooter a Fiumicino, pochi giorni dopo la scomparsa di una grande bandiera dei biancocelesti, Giorgio Chinaglia. Invece nel dicembre 2019 Ilenia Matilli, 20enne promessa della Lazio femminile, è rimasta coinvolta in uno spaventoso incidente stradale sulla via Braccianese, nel quale è deceduta la sua amica Martina Oro. La giocatrice ha trascorso diversi mesi in coma, per poi risvegliarsi nel settembre del 2020.

Segui la pagina S.S. Lazio
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!