Un colpo di scena incredibile o l’ennesimo "buco nell’acqua" potrebbe interessare nelle prossime ore la vicenda di Denise Pipitone, che ormai si trascina da 17 anni, tra segnalazioni infruttuose e finte tracce.

La bimba, scomparsa nel nulla nel 2004 da Mazara del Vallo, potrebbe essere arrivata – non si sa come – in Russia. Questa pista, su cui tutti mantengono la massima prudenza, è nata dalla segnalazione di una spettatrice italiana di Chi l’ha visto? che ha informato la redazione del programma di aver visto alla televisione russa una ragazza, della stessa età di Denise, la quale avrebbe lanciato un appello per trovare i familiari.

Quindi la giovane avrebbe raccontato di essere stata abbandonata in un campo nel 2005 e di non sapere nulla dei suoi.

La telespettatrice, dopo aver notato una certa somiglianza di questa persona con le immagini d’epoca della madre di Denise, ha contattato il programma per comunicare la strana coincidenza. La conduttrice Federica Sciarelli ha dimostrato grande prudenza sulla notizia, ma non ha nascosto che “sarebbe troppo bello, un grande regalo” se finalmente dopo tanti anni si ritrovasse Denise.

La segnalazione della giovane apparsa sulla televisione russa, che assomiglia alla madre di Denise

La conduttrice di “Chi l’ha visto?” ha spiegato come si è arrivati a scoprire l’esistenza a Mosca di questa donna, che risulta avere la stessa età di Denise: come detto, la segnalazione è partita da una spettatrice che ha raccontato di aver visto alla tv la ragazza, molto simile a Piera Maggio, la madre della bambina sparita nel nulla 17 anni fa.

Federica Sciarelli ha voluto precisare che forse potrebbe trattarsi “di una suggestione dovuta alla somiglianza”, anche se alcuni particolari tendono a combaciare. “Rimaniamo con i piedi per terra”, ha ripetuto la giornalista, soprattutto perché la mamma di Denise ha vissuto tante delusioni negli ultimi anni, visto che per troppe volte la vicenda della scomparsa della bimba sembrava essere arrivata a un punto di svolta, ma puntualmente si traduceva in un nulla di fatto.

Restano comunque alcune coincidenze temporali: infatti la bimba sarebbe stata ritrovata in Russia nel 2005, un anno dopo la sparizione di Denise. Quindi Sciarelli ha invitato tutti ad avere pazienza, in attesa delle necessarie verifiche, che bisognerà compiere con il massimo scrupolo.

La scomparsa di Denise e la pista seguita a Milano

Denise Pipitone è scomparsa nel nulla il primo settembre 2004 a Mazara del Vallo; la bimba di quattro anni quel giorno stava giocando in strada con i cuginetti, a pochi metri dalle abitazioni della zia materna e della nonna, che era impegnata a cucinare per il pranzo. La piccola era stata vista per l’ultima volta alle 11:45, poi è svanita senza lasciare traccia.

Le ricerche sono continuate per settimane, fino a quando nel 2005 non era arrivata la segnalazione di una guardia giurata, che diceva di averla vista a Milano, in mezzo a un gruppo di nomadi con bambini, una delle quali sembrava assomigliare molto a Denise. Alcuni filmati delle telecamere di sicurezza sembravano aver confermato questa pista, ma la polizia non è mai riuscita a rintracciare le persone apparse nel video, che nel frattempo avevano lasciato quella zona.

Un’indagine ha coinvolto anche dei parenti di Denise

Negli anni successivi, un’indagine sulla scomparsa della bambina ha riguardato alcuni parenti di Denise.

I magistrati infatti erano arrivati ad accusare di rapimento la figlia del padre naturale della bambina, tuttavia la donna è stata assolta in via definitiva nel 2017.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!