Il video di Beppe Grillo in difesa del figlio è diventato un caso politico. Il fondatore del M5S è sceso in campo personalmente sul web per negare che Ciro e i suoi amici siano un branco di molestatori. Grillo afferma di aver visto il video dei presunti abusi che, a suo dire, scagionerebbe gli accusati. Ma punta anche il dito contro la ragazza che li ha denunciati per quanto accaduto l’estate di due anni fa nella villa sarda del comico genovese. Versione dei fatti che gli è costata una condanna Politica quasi unanime, ma che ora la moglie, Parvin Tadjik, conferma in pieno.

La signora Grillo commenta il video su Facebook in cui Maria Elena Boschi lancia pesanti accuse di maschilismo al marito: anche secondo lei la ragazza era “consenziente”. La deputata di Italia Viva replica a sua volta, invitando Parvin Tadjik ad attendere la sentenza dei giudici.

Maria Elena Boschi accusa Beppe Grillo: ‘Parole piene di maschilismo’

Un video “scandaloso”. È questa l’opinione di Maria Elena Boschi sul video postato poche ore prima da Beppe Grillo allo scopo di difendere il figlio Ciro. L’esponente politica renziana affida a sua volta il suo pensiero ad un video postato sulla sua pagina Facebook. Boschi non accetta che Grillo utilizzi il suo “potere politico e mediatico per assolvere il figlio”.

Giudica inoltre “piene di maschilismo” le parole pronunciate dal fondatore del Movimento.

Boschi: ‘Caro Beppe grillo, ti devi semplicemente vergognare’

Insomma, secondo Boschi, Grillo non può affermare che la ragazza che ha denunciato il figlio sia una “bugiarda”, solo perché lo ha fatto dopo otto giorni. Il suo sarebbe stato un “torto a tutte le vittime di violenza”, aggiunge Boschi indignata.

Per non parlare delle “falsità dal punto di vista giuridico” pronunciate dal comico genovese. “Lui è famoso e può fare l’avvocato del proprio figlio”, accusa ancora Boschi augurandosi che “almeno qualche donna” all’interno del M5S prenda le “distanze” da lui. Lei comunque si dichiara “garantista” anche in questo caso. “Caro Beppe grillo, ti devi semplicemente vergognare”, conclude.

Parvin Tadjik contro Boschi: ‘C’è un video che testimonia l’innocenza dei ragazzi’

Il durissimo attacco sferrato da Maria Elena Boschi provoca l’immediata reazione della signora Grillo. “C’è un video che testimonia l’innocenza dei ragazzi, dove si vede che lei è consenziente, la data della denuncia è solo un particolare”, scrive Parvin Tadjik a commento del video postato da Boschi. Anche lei, dunque, è sicura che il video in mano agli inquirenti sia la prova che scagiona il figlio e che mostra la ragazza “consenziente” rispetto ai rapporti avuti con i suoi coetanei. La controreplica dell’ex ministra è piccata: “Questo modo di concepire la giustizia, giocandola sui social e non nelle aule di tribunale, è aberrante”.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la pagina M5S
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!