Uno schianto spaventoso, lungo la provinciale 17, tra Ottana e Sarule, proprio all’altezza del bivio di Olzai, è costato la vita a Salvatore Corbu. L’uomo, operaio forestale di 57 anni ieri, 7 aprile, con ogni probabilità stava rientrando a casa intorno alle 17:30 quando – per motivi che dovranno ancora essere accertati dagli inquirenti – ha perso il controllo del suo fuoristrada. Il tutto dopo essersi scontrato con un’altra auto, guidata da un giovane, che avrebbe proiettato il fuoristrada della vittima contro il guardrail che costeggia la carreggiata.

L’impatto è stato devastante. L’auto infatti è stata ridotta ad un ammasso di lamiere fumanti e gli specialisti dei vigili del fuoco hanno dovuto impiegare diverse ore per estrarre dalla autovettura il corpo senza vita di Salvatore Corbu. L’uomo infatti è rimasto incastrato dalle lamiere e – secondo quanto accertato dai soccorritori – sarebbe morto praticamente sul colpo. Sul luogo del tragico incidente sono intervenuti i carabinieri, la polizia stradale, un’ambulanza medicalizzata del 118 e anche i vigili del fuoco. Dalle 17 e 30 fino a circa le 20 la strada provinciale 17 è rimasta bloccata per permettere agli specialisti di effettuare tutti i soccorsi. Soltanto dopo le 20 infatti la strada è stata messa in sicurezza ed il traffico è ripartito regolarmente.

Il guidatore dell’altra auto coinvolta nell’incidente è rimasto praticamente illeso.

Uno schianto fatale

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, Salvatore Corbu nel pomeriggio di ieri era alla guida della sua Toyota Rav e, da solo, probabilmente stava raggiungendo Olzai. Improvvisamente però la sua auto sulla statale 17, in direzione di Ottana, si sarebbe scontrata con un’Audi, condotta da un giovane di Gavoi.

Le auto sembrerebbe procedessero nella stessa direzione. Proprio per questo motivo la dinamica dell’incidente è ancora al vaglio degli inquirenti e, considerando la carambola effettuata dalle due auto, la loro velocità sarebbe stata comunque elevata. L’uomo infatti, dopo l’impatto con l’Audi, avrebbe perso il controllo del mezzo per andare a colpire con violenza il guard rail.

Uno schianto terribile che ha impressionato anche le persone che sono intervenute nell’immediatezza a prestare soccorso. Il corpo senza vita dell’uomo infatti è rimasto intrappolato all’interno dell’auto e soltanto l’intervento dei vigili del fuoco, venuti da Nuoro, ha permesso di estrarlo, purtroppo senza vita.

Padre di famiglia

Salvatore Corbu era molto conosciuto nel suo paese ma anche nei comuni vicini. Da anni lavorava come operaio di Forestas. Era sposato con una donna impiegata al Comune di Ottana e con lei aveva avuto tre figli. “Era una bravissima persona, un marito esemplare e un padre ammirevole, la nostra comunità è ancora sconvolta da questa bruttissima notizia”. Maria Maddalena Agus è la sindaca di Olzai e le sue parole di commozione parlano per tutto il paese: “Tore Corbu era un cittadino esemplare – sottolinea la prima cittadina – sempre disponibile e sorridente.

Un grande lavoratore, molto amante della campagna. Quando infatti non era a lavoro – conclude la donna – si dedicava con passione alla vigna di famiglia, la sua passione. Siamo tutti ancora increduli per questa assurda tragedia”. Ora sarà compito di polizia e carabinieri ricostruire l'esatta dinamica dell’incidente costato la vita a Salvatore Crobu.

Segui la nostra pagina Facebook!