La nuova direttiva dell'Unione Europea sui servizi di pagamenti "PSD2" permetterà ai consumatori di risparmiare circa 550 milioni di euro all'anno. Lo afferma il vicepresidente della Commissione UE Dombrovskis. Con la nuova norma verranno inoltre tagliati tutti i costi extra [VIDEO]che venivano applicati a coloro che effettuavano pagamenti e quindi transazioni online con carte di credito o debito. La manovra prevede inoltre l'inserimento di ulteriori requisiti di sicurezza per i pagamenti elettronici per tutti i consumatori, siano esse aziende o privati. Riduzioni di responsabilità per i cittadini anche sulle transazioni non autorizzate e "rimborso incondizionato" per pagamenti in euro che verranno effettuati direttamente.

In definitiva si azzerano i costi extra per acquisti ed aumentano i diritti dei consumatori.

Direttiva europea sui servizi a pagamento (PSD2)

Le feste natalizie appena trascorse avevano registrato il +25% di acquisti per lo #shopping online con carte ed a tutela dei consumatori arriva finalmente la direttiva europea sui servizi a pagamento, il cui acronimo è PSD2. Vengono aboliti i costi extra per l'acquisto di beni o servizi con carte di credito o debito. C'è il divieto assoluto di applicare da parte di compagnia o esercenti dei costi aggiuntivi sugli acquisti. È stata definita una pratica scorretta quella di applicare commissioni e maggiorazioni a coloro che facevano acquisti con le carte e, in particolare, sotto l'occhio del ciclone sono finite la agenzia di viaggio e le compagnia aeree.

I consumatori infatti il più delle volte erano costretti a pagare maggiorazioni fino al numero massimo di quaranta euro per l'acquisto di voli o viaggi. In merito erano intervenute molte associazioni di consumatori e l'Authority. Dal 13 gennaio 2018 le pratiche scorrette verranno perseguite a norma di legge e non dovranno ripetersi. [VIDEO]

Carte di acquisto elettronico: stop ai costi extra e più sicurezza per i consumatori

La prima direttiva, simile a questa, fu emanata circa dieci anni fa nel 2007. Entrarono infatti nel circuito degli acquisti carte Paypal, o altri servizi di pagamento come le app di mobile payment. L'unione Europea ha rivisto la direttiva dopo un decennio, perché era necessario anche per stare dietro all'evoluzione della tecnologia nell'ambito dei servizi finanziari. Le novità salienti della manovra sono tutte a tutela del consumatore. C'è il totale divieto di applicare qualsiasi costo extra a coloro che acquistano un servizio con carta, sia essa di credito o debito. In caso di furto o attività fraudolenti sulle carte o #bancomat, il consumatore prima era tenuto a pagare fino a 150 euro prima del blocco della carta, la responsabilità invece adesso diminuisce e l'importo sarà di 50 euro. Verrà applicata anche ulteriore chiarezza sull'acquisto di beni e servizi con differenti valute europee, quindi sulle commissioni di cambio. #Carta di credito