Proprio ieri sono state pubblicate registrazioni eseguite dai servizi segreti polacchi in una villa di Varsavia, dove un anno fa, Pawel Gras, Il braccio destro di Tusk - allora il primo ministro del Governo polacco, e una miliardario polacco Jan Kulczyk, si sono incontrati per mettere quadro della situazione in attesa delle elezioni del 2015 - elezioni presidenziali e parlamentari. Si è parlato, fra l'altro, di intese fra i due premier della Polonia e della Germania.

Siamo alla viglia di uno scandalo europeo.

Do Rzeczy - un giornale indipendente ha pubblicato il testo, e in internet ha reso pubblica la registrazione originale degli accordi fatti per far vincere le elezioni in arrivo al partito di Tusk, PO. Il miliardario ha chiesto a Pawel Gras, il ministro e il braccio destro di Donald Tusk, di presentargli il quadro della situazione in prospettiva delle elezioni in arrivo.

Si è parlato di un giornale che ha scatenato troppi attacchi al governo, e andrebbe fatto tacere, secondo loro - Fakt, di cui l'editore rimane Ringier Axel Springer tedesco - uno degli amministratori è il marito di Merkel.

Il ministro ha riferito che Donald Tusk ha già provato a contattare la Merkel di persona, per cercare di fare pressioni sull'editore, pero lei non ha voluto immischiarsi in affari di un giornale, e quindi, in quel senso, hanno fallito. Jan Kulczyk, a questo punto, ha proposto di voler intervenire personalmente, direttamente, presso la vedova del proprietario della società, con un incontro di non meglio specificato carattere, per convincerla a cambiare il direttore del giornale e in conseguenza a far tacere il giornale. A distanza di breve tempo, dopo l'incontro nella villa di Varsavia, ha avuto luogo un altro incontro, personale, fra Merkel e Donald Tusk - in seguito, immediatamente dopo, il direttore di allora è stato allontanato.

I migliori video del giorno

Nella redazione si è visto arrivare, dalla Germania, un supervisore Peter Prior, e ha costretto i giornalisti della redazione a presentare, prima della stampa, le traduzioni in tedesco dei loro articoli - il giornale, un mese prima delle elezioni, ha smesso di attaccare il Governo. Jan Kulczyk, dopo le pubblicazioni di altre registrazioni circa 1 anno fa, dopo un lieve malore - secondo la versione ufficiale, è morto in un ospedale viennese.

Le rivelazioni pubblicate in questi giorni rimangono una piccola parte di tutte le intercettazioni eseguite nell'anno scorso dai servizi segreti polacchi - secondo alcune versioni sono migliaia. Le elezioni sono state vinte dal partito oppositore, PIS.