Il ministro degli Affari esteri, Angelino alfano, ha ricevuto ieri, alla Farnesina, il collega irlandese Charles Flanagan. Alfano ha manifestato gratitudine per la decisione di Flanagan di celebrare la festa nazionale irlandese, nel giorno di San Patrizio, a Roma. La festa commemora l'arrivo del cristianesimo in irlanda durante il quinto secolo dopo Cristo proprio grazie a Patrizio, ai tempi vescovo. Testimonianza di una "duratura amicizia" - si legge in un comunicato diffuso on line dal sito internet ministeriale - che lega da tempo Italia e Irlanda. Espresse parole di apprezzamento per la disponibilità dell'Irlanda a ricollocare dall'Italia oltre trecento richiedenti asilo.

Un notevole "segno di solidarietà", ha sottolineato il ministro Alfano, considerato che il Paese in questione non è legato a misure adottate dal Consiglio Ue.

Il futuro dell'Ue

Alfano e Flanagan hanno parlato anche del futuro dell'Ue, giudicando il prossimo vertice in Italia - previsto sabato 25 marzo, per celebrare il sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma - come un "punto di svolta", senz'altro storico, per un efficace potenziamento della coesione interna dell'Unione europea. In vista della Brexit, Alfano ha garantito "pieno sostegno italiano a Dublino e a Bruxelles" per una soluzione che permetta all'Irlanda di avere ottimi rapporti con Londra e di preservare la pace.