Dopo mesi di annunci e attese, sono stati finalmente pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale i bandi di concorso per docenti previsti dalla legge 107/2015.

Si tratta di tre bandi, uno per la Scuola dell’infanzia e primaria, uno per la scuola secondaria di I e II grado ed un terzo, novità assoluta, per il sostegno, che assegneranno un totale di 63.712 posti di cui 506, distribuiti per tutti i gradi di istruzione, relativi alla nuova classe di concorso A023 per l’insegnamento dell’italiano come seconda lingua.

Chi potrà partecipare al concorso scuola 2016: aperto anche ai diplomati magistrale

Potranno partecipare al concorso per docenti i candidati in possesso di abilitazione, sia che siano iscritti nella II fascia delle graduatorie di circolo e di istituto sia che non siano inseriti nelle graduatorie ad esaurimento purché, come detto, in possesso dell’abilitazione all’insegnamento. Hanno diritto a partecipare al concorso anche gli insegnanti che hanno frequentato i FTA (Tirocini Formativi Attivi) e i PAS (Percorsi Abilitanti Speciali).

Al concorso potranno avere accesso anche i laureati in Scienze della Formazione Primaria e i diplomati magistrale che abbiano conseguito il diploma entro l’anno scolastico 2001/-2002 a seguito sei corsi sperimentali aventi valore di abilitazione.

Domande dal 29 febbraio fino al 30 marzo

La domanda di partecipazione al concorso docenti 2016 potrà essere inviata on line a partire dalle ore 8 di lunedì 29 febbraio e fino alle ore 14 del 30 marzo 2016 attraverso il portale dedicato www.istruzione.it/concorso_docenti/index.shtml sul quale sono disponibili tutte le istruzioni necessarie.

Un supporto alla compilazione della domanda potrà comunque essere richiesto al numero 080/9267603, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 18.00, mentre nei prossimi giorni è prevista la pubblicazione di alcune FAQ sul sito del Miur.

Le prove del concorso docenti 2016 e quando si svolgeranno

Contrariamente alle indiscrezioni circolate nelle ultima settimane, non sono previste prove preselettive per nessuno dei tre bandi del concorso scuola.

Confermate, invece, la prova scritta, per la quale i candidati avranno a disposizione 150 minuti, che si svolgerà direttamente su computer. Previsti, per questa prova, 8 quesiti, di cui sei a risposta aperta su argomenti disciplinari e didattici. Gli altri due saranno i tanto discussi quesiti in lingua straniera che dovrà essere scelta al momento della compilazione della domanda tra: inglese, francese, tedesco e spagnolo.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Solo per la scuola primaria e obbligatoria la lingua inglese. La due domande saranno a risposta chiusa con cinque sotto-quesiti basati sulla comprensione della lingua a livello B2.

Per quanto riguarda la prova orale, questa sarà articolata in 45 minuti, di cui 35 per una lezione simulata e 10 di colloquio con la commissione.

Le date delle prove saranno comunicate attraverso un avviso sulla Gazzetta ufficiale del prossimo 12 aprile, con probabile inizio verso la fine dello stesso mese.

Segui la nostra pagina Facebook!