E' colpa dei criteri di valutazione adottati e delle modalità assurde attraverso le quali è stato concepito il 'concorso truffa', il 'concorso farsa': queste etichette vennero opportunamente affibbiate dai docenti abilitati all'uscita dei bandi relativi al concorsone 2016, pubblicato alla fine del mese di febbraio. Una 'profezia' funesta che, però, inevitabilmente, si è adempiuta davanti ai nostri occhi, purtroppo. 

Ultime news scuola, martedì 19 luglio 2016: record di docenti bocciati al concorso 

I risultati pubblicati dagli USR, seppur ancora provvisori e non definitivi, parlano di un vero e proprio record di professori bocciati dopo la prova scritta.

Non vi è distinzione tra classi di concorso o regioni, si è trattato di un'autentica 'strage', soprattutto per quanto riguarda il sostegno. Cominciamo dal Piemonte, dove tra i candidati alla Scuola primaria, si sono presentati in 333: gli ammessi all'orale sono stati solamente 130 (con 378 posti a disposizione). Per non parlare della prova per le superiori nel Lazio, dove gli ammessi alla prova orale sono stati solamente 70 (con 149 posti disponibili).

Il primato, però, appartiene alla Sardegna dove un solo docente è stato ammesso alla prova orale per le medie (quattro partecipanti su diciotto posti disponibili).

Concorso docenti, i dubbi e le perplessità sugli esiti delle prove scritte

I dubbi e le perplessità non mancano: come è possibile che così tanti insegnanti, ottimamente preparati, avendo superato brillantemente corsi di specializzazione universitari, siano tutti, o quasi, incappati nella bocciatura? Se l'è chiesto anche Dario Ianes, docente di pedagogia speciale e didattica speciale alla Libera università di Bolzano.

I migliori video del giorno

Se lo sono chiesti anche i direttori dei corsi di specializzazione che, attraverso il coordinatore Luigi d'Alonzo, docente di pedagogia speciale presso l'Università Cattolica di Milano, vogliono vederci chiaro: si rende necessario, infatti, un 'doveroso ed accurato monitoraggio dei risultati ottenuti dai docenti abilitati'.

Anche per quanto riguarda i posti comuni, i risultati fanno riflettere non poco: in Lombardia, solo sette docenti sono riusciti a superare la prova riguardante laboratorio di scienze e tecnologie chimiche e microbiologiche (i posti a disposizione erano 51). Anche in Emilia Romagna, si riscontrano percentuali record nelle bocciature: ad esempio lo scritto di fisica ha visto cadere il 68 per cento dei candidati, mentre in quello di matematica il 63 per cento dei partecipanti non è stato ammesso agli orali.

Prova scritta concorso docenti: inidonei i criteri di valutazione, quelli del concorso 2012

Sulle reti social, tanta rabbia, frustrazione e amarezza per questi risultati ma anche la profonda convinzione che vi sia stata un'evidente incompatibilità tra la tipologia di prova scritta adottata dal Miur per questo concorso 2016 ed i criteri stabiliti per valutare gli elaborati. Se le commissioni esaminatrici 'miseramente pagate' per questa funzione, avessero adottato dei parametri di valutazione coerenti rispetto agli scopi precedentemente dichiarati, è certo che i risultati sarebbero stati enormemente diversi.