Tutti in attesa dell'uscita del bando Miur con cui si darà il via alla compilazione del modello D3 per concludere l'inserimento nelle graduatorie del personale di terza fascia ATA. Si prevede che esso possa uscire intorno alla metà di novembre ed è tanto atteso perché permette di scegliere i 30 istituti a cui inviare la propria domanda, oltre la Scuola prima a cui già si è consegnata la domanda entro il 30 ottobre scorso. Ricordo che la procedura sarà completamente online, da effettuarsi tramite la pagina personale delle Istanze online del Miur.

Utile e alquanto interessante, a questo punto, considerato il periodo di pausa forzata dai lavori in corso per la tanto attesa domanda del 2017, sarebbe dare uno sguardo agli stipendi delle figure ATA, specie le più gettonate ovvero quelle del collaboratore scolastico e dell'assistente amministrativo (CS, AA), in base ai dati della tabella A CCNL del 4/8/2011.

Stipendi figure ATA: dal collaboratore scolastico al DSGA

Al collaboratore scolastico spetta uno stipendio inferiore rispetto alle altre figure ATA: circa 1107 euro mensili netti.

Chiaramente bisogna considerare poi i cosiddetti scatti d'anzianità che fanno progredire lo stipendio dei dipendenti scolastici. In base a questo, lo stipendio, al primo scatto (da 0 a 8 per intenderci) sarà di circa 14.900 euro circa all'anno, per arrivare a un massimo di 19.420 euro circa, con l'ultimo scatto (da 35 in poi). Una busta paga maggiore sarà invece quella degli assistenti che ammonta approssimativamente a 16.700 euro annuali a inizio carriera, per arrivare all'ultima progressione a circa 22.560 euro.

Sommariamente, assistenti amministrativi, tecnici, infermieri, guardarobieri e cuochi riscuotono mensilmente circa 1200 euro netti.

La figura maggiormente retribuita è invece quella del DSGA con 1530 euro al mese, per ovvi motivi visto il suo ruolo di direzione dei servizi generali ed amministrativi. Il DSGA arriverà a fine carriera a percepire annualmente circa 34.557 euro, dunque circa 15.000 euro in più rispetto al collaboratore scolastico.

Fatto questo breve excursus sulle retribuzioni ATA, utile per comprendere la cifra mensile a cui si va incontro venendo chiamati per le supplenze ma anche per coloro che ambiscono a un posto fisso, ricordo che per rendere definitiva la domanda per il triennio 2017/2020 è necessario scegliere le 30 scuole accedendo alle Istanze online del sito Miur.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!