Mentre i partiti continuano a parlare di riforma Pensioni, meno tasse, più lavoro, bonus e promesse elettorali di varia natura ecco cosa dicono gli ultimi Sondaggi politici di Ixé. La coalizione di centrodestra (rappresentata da Berlusconi, Salvini, Meloni e Fitto) rimane in testa nei sondaggi. Mentre il Movimento 5 stelle guidato dal candidato premier Luigi Di Maio è in testa come partito. Questo è quanto emerso dal nuovo sondaggio di Ixé sulle intenzioni di voto all’1 febbraio. In ogni caso, sia la coalizione di centrodestra, sia il Movimento 5 stelle, dopo le Elezioni politiche del 4 marzo, alla luce dei dati emersi oggi, non avrebbero in Parlamento in numeri sufficienti per poter costituire l’esecutivo.

Non avrebbero la maggioranza né alla Camera, né al Senato, potenziali altri esecutivi che dovessero eventualmente da altri tipi di alleanze politiche, di cui adesso è prematuro parlare, anche se i partiti da questo punto di vista sembrano già organizzati e in particolare il Partito democratico e Forza Italia.

Sondaggi elezioni 4 marzo 2018: maggioranze senza numeri

Secondo il sondaggio di Ixé, rispetto alle precedenti rilevazioni eseguite lo scorso 25 gennaio, le intenzioni di voto rilevate adesso sono le seguenti: Movimento 5 stelle 28,7% (ovvero -0,5% rispetto alle precedenti rilevazioni); Partito democratico 22% (pari a +0,2% rispetto al presidente sondaggio Ixé); Forza Italia si attesta al 17% (segnando un +0,3 rispetto alla precedente rilevazione); la Lega è data all’11,5% (-0,4% rispetto all’ultimo sondaggio di Ixé); Fratelli d’Italia si attesta al 4,3% (segnando un drastico -4,1% rispetto alla precedente rilevazione); continua a crescere invece, seppur di poco, Liberi e Uguali di Pietro Grasso: 7,3% (+0,3%).

Questi gli altri dati emersi dal sondaggio: Insieme 0,4 (-0,3); Cp 0,8% (-0,1); +Europa 2,6% (+0.6); McI 2,0% (-0,2); altri centrodestra 0,5% (+0.3); altri 2,9 (-0,1).

Il Movimento 5 stelle guidato da Di Maio rimane primo partito

Numeri e percentuali che tradotti in seggi indicano 290 deputati per il centrodestra, 172 deputati per il Movimento 5 stelle, 134 deputati per il centrosinistra, 30 deputati per Liberi e Uguali.

Questa la situazione a Montecitorio, così invece a Palazzo Madama: 150 senatori sarebbero eletti con la coalizione di centrodestra, 84 i senatori pentastellati, 65 i senatori che sarebbero eletti con il centrosinistra e 14 quelli di Liberi e Uguali. Come viene spiegato nelle note metodologiche, la rilevazione Ixé è un sondaggio del tipo CATI-CAMI-CAWI basato su un campione casuale probabilistico stratificato.

Sono 1.000 i soggetti maggiorenni interpellati su 8.971 contatti complessivi.

Segui la nostra pagina Facebook!