Annuncio
Annuncio

Il vicepremier Matteo Salvini si mostra impassibile, il governo non intende effettuare alcuna inversione di marcia, deciso a smantellare la Legge Fornero con l’avvio delle misure previste per la pensione anticipata con Quota 100. Pur in presenza della bocciatura della manovra da parte dell’Unione europea.

Possibile procedura d'infrazione

La Commissione Europea ha bocciato in pieno la manovra finanziaria in seguito all’analisi del debito. Ha pesato uno spread Btp-Bund sopra i 300 punti.

Bruxelles ha ritenuto ingiustificato il comportamento dell'Italia verso un deficit sproporzionato del 2,4%. Secondo la Commissione Ue il programma sviluppato dall'esecutivo non è stato argomentato in modo adeguato per la crescita del Paese.

Advertisement

In particolare, la Commissione Ue ha posto un veto sul nuovo piano pensionistico italiano. Sotto accusa le misure ritenute necessarie per promuovere la pensione anticipata [VIDEO]con Quota 100 e il superamento della Legge Fornero. Secondo Bruxelles, una possibile procedura d’infrazione è il frutto di un'azione giustificata considerato che l'esecutivo non intende far retromarcia sulle riforme con dei correttivi adeguati da inserire in manovra.

Il Commissario Ue Valdis Dombrovskis, commenta in modo aspro spiegando che è mancato da parte del nostro Paese il rispetto delle regole europee. Pierre Moscovici, parla di una “bocciatura logica” dovuta all’atteggiamento del governo M5S-Lega, [VIDEO]che non ha rispettato, né motivato le raccomandazioni proposte dal Consiglio del 13 luglio.

Il leader della Lega va avanti con la riforma

Matteo Salvini, in seguito alla diffusione della lettera contenente la bocciatura della manovra finanziaria, si è mostrato pacato e disponibile a un dialogo sui correttivi per gli investimenti.

Advertisement

Pur restando fermo sul deficit/Pil al 2,4% e sul superamento della Legge Fornero.

Come si legge su La Stampa, Matteo Salvini ha dichiarato: "Non ce l’ho con l’Europa, voglio stare in Europa da pari a pari. Chiedo all’Europa di portare rispetto al popolo italiano". Un concetto chiaro, dove l’esecutivo sceglie il popolo.

Il ponte del confronto tra l'esecutivo e Bruxelles

Il leader del Carroccio ha aggiunto che il obiettivo deficit-Pil fissato nella manovra non è negoziabile. Tuttavia, esprime tutta la sua disponibilità verso un dialogo che porti alle correzioni sugli investimenti, ma tiene il pugno serrato sulla Riforma delle Pensioni e lo smantellamento della Legge Fornero.