Manca poco ormai all'Inter per alzare al cielo l'ambito trofeo che la riporterebbe sul tetto d'Italia. In pochi mesi sembra tutto ribaltato in casa nerazzurra dopo l'eliminazione dalla Champions, quella in semifinale di Coppa Italia contro la Juventus per alcune leggerezze difensive e, soprattutto, dopo i momenti delicati vissuti dalla società in chiave finanziaria. Ora la squadra di Antonio Conte corre spedita verso lo scudetto numero 19 che potrebbe essere conquistato già alla fine del mese di aprile. Ai nerazzurri basteranno altre quattro vittorie e un pareggio per l'aritmetica.

Il vantaggio di 11 punti sul Milan a otto giornate dal termine dà maggiore sicurezza e anche il club sembra aver ritrovato le sue certezze. Steven Zhang, infatti, sarà ancora il presidente dell'Inter anche per la prossima stagione con nuovo partner di minoranza.

Certezza Champions

A poco più di due mesi dalla fine del campionato l'Inter ha già una certezza: la partecipazione alla prossima Champions League. È l'unica tra le big italiane, vista la lotta serrata alle sue spalle che coinvolge quattro club come Milan, Juventus, Napoli e Atalanta. A separarle solo quattro punti e già dalla prossima domenica ci saranno gli scontri diretti. Uno su tutti quello tra Juventus e Atalanta, senza dimenticare che il Napoli ospiterà allo stadio Diego Armando Maradona l'Inter capolista.

Con lo scudetto in tasca l'Inter è sicura anche di affrontare la manifestazione europea come testa di serie. Ciò significa avere un girone più abbordabile di quello infernale degli ultimi due anni.

Mercato: meno necessità di vendere rispetto alla Juventus

Anche sul fronte mercato l'Inter potrà vivere l'estate con maggiore serenità.

Infatti Steven Zhang avrà meno necessità di vendere i suoi big rispetto alla Juventus. Ciò significa la possibilità di respingere qualsiasi offerta che potrebbe arrivare per uno dei top player. Già in questi mesi si è parlato di un possibile assalto di molti club di livello inglesi e spagnoli per Lukaku e Martinez, ma l'Inter ha rifiutato qualsiasi proposta.

Se guardiamo alla concorrenza italiana, chi avrà necessità di vendere i suoi giocatori è la Juventus, che cerca plusvalenza per una somma di 100 milioni di euro. Ecco perché il futuro di Dybala potrebbe non essere in bianconero. Detto anche che di fronte ad un'offerta appetibile nessuno è incedibile, né all'Inter, né al Milan e né alla Juventus. È pur vero che, in questo preciso momento storico, grazie ai risultati positivi e ad una crisi finanziaria superata, l'Inter potrà affrontare la sessione di mercato, sia in uscita che in entrata, con più sforza e determinazione.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la pagina Champions League
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!